Genoa con 3 punti in più in attesa dell’ultimo round

La Caf accorpa le 2 violazioni per il ricorso al tribunale civile

Luca Russo

Dopo il pareggio con il Pizzighettone, una bella vittoria che riporta il Genoa da solo in vetta alla classifica di serie C1. Questa volta arriva dalle aule della giustizia sportiva.
Ieri a Roma la Commissione d'Appello Federale ha infatti accolto la tesi del collegio difensivo della società rossoblù, in merito al ricorso presentato contro la penalizzazione di tre punti che era stata inflitta dalla Commissione Disciplinare, a seguito della presunta violazione addebitata della clausola compromissoria. La Caf ha accolto anche i reclami sulle posizioni personali del presidente Enrico Preziosi, del vicepresidente Gianni Blondet e dell' amministratore delegato Alessandro Zarbano, annullando i provvedimenti di inibizione che erano stati determinati a loro carico in quel contesto.
I reclami del Genoa e dei tre dirigenti sono stati riuniti e accolti dalla Caf, che tutti insieme ne ha trasmesso gli atti alla Lega di serie C «per nuovo esame di merito». Insomma la Commissione Disciplinare dovrà nuovamente riunirsi nelle prossime settimane a Firenze per analizzare contestualmente il deferimento del Genoa per la violazione della clausola compromissoria e quello per essere ricorsi al Tar del Lazio. La decisione della Caf è arrivata qualche ora dopo il termine dell'udienza nella quale gli avvocati rossoblù Andrea D'Angelo e Paolo Gatto avevano esposto la posizione del Genoa in un clima definito «sereno».
«Questo pronunciamento è da valutare positivamente - hanno commentato i legali - Era uno dei motivi del nostro ricorso. Noi avevamo sostenuto infatti la necessità di accorpare i due procedimenti ed evidentemente la Caf ci ha ascoltato».
Anche in società la notizia è stata accolta con grande soddisfazione anche se le bocche cucite per il silenzio stampa proclamato dopo la vicenda Lopez ha impedito di fare dichiarazioni ufficiali. La sensazione è che stia pagando la strategia difensiva intrapresa dopo la burrascosa estate anche se la vicenda sembra ancora lontana dalla sua definitiva conclusione. In realtà il condizionale resta d’obbligo perchè il Genoa potrebbe anche sfruttare un’altra chance a sua disposizione: una conciliazione al Tribunale del Coni, che si riunirà proprio domani. La conciliazione significherebbe che al Genoa sarebbero definitivamente riassegnati i tre punti e chissà che Preziosi in cambio potrebbe decidere di andare avanti con ulteriori ricorsi nelle sedi legali. Come dire, il tempo dei tribunali sembra finito.
In ogni caso questi tre punti danno alla squadra una bella iniezione di morale dopo il clamoroso 3-3 di domenica a Cremona arrivato con un gol del Pizzighettone al 94-esimo. Oggi Vavassori alla ripresa degli allenamenti al centro Signorini analizzerà con la squadra gli errori di Cremona. Sotto la lente d'ingrandimento i gol subiti, tre in una sola partita contro i cinque di tutto il girone d'andata. Senza dubbio un piccolo campanello d'allarme da non sottovalutare. Intanto in settimana si dovrebbe risolvere definitivamente la vicenda dell'attaccante paraguaiano Dante Lopez. Il giocatore e i suoi procuratori saranno in Italia per definire l'accordo con il Genoa che deciderà se trattenere il giocatore in serie C1 (qualora non arrivasse Fava, ndr) o se invece mandarlo in prestito fino a giugno a Messina dove già lo aspettano a braccia aperte. Una nota curiosa: molti tifosi rossoblù sono ricercati dai ristoratori di Cremona. La motivazione? Hanno pranzato prima del match contro il Pizzighettone e se ne sono andati senza pagare il conto.