Il Genoa ai piedi di «Supermarco»

Dentro Fabiano, Coppola, Milanetto e Papa Waigo

È un Genoa ancora indecifrabile quello che domani sera giocherà a Torino contro i granata. Molto dipenderà dalla disponibilità di Marco Borriello alle prese con un fastidioso affaticamento muscolare. Oggi in sede di rifinitura Gasperini deciderà se convocarlo. Il tecnico ha detto che il bomber ha il 50 per cento di possibilità di recupero. Stringendo i denti Borriello dovrebbe farcela, ma tutti gli attaccanti sono in allarme. Figueroa sembra il naturale sostituto di «supermarco» ma Gasperini ha detto di aver visto molto bene sia Di Vaio che Papa Waigo. Per l’allenatore del Genoa la trasferta di Torino deve rappresentare una svolta dopo gli ultimi due risultati negativi: «È arrivato il momento di fare punti. Incontriamo una squadra con molte ambizioni e che forse ha raccolto meno di quanto avrebbe immaginato. Ma anche noi siamo in debito, soprattutto con quanto avremmo meritato. Finito il ciclo di ferro, col Toro e a seguire con Siena, Empoli e Parma dobbiamo mettere a posto la classifica». Fuori Paro, Juric e Danilo sono pronti al rientro Fabiano, Milanetto e Coppola. Ma non è escluso un avanzamento di Konko con inserimento in difesa di Bega e spostamento di Rossi sulla linea avanzata che sarà composta da Borriello (se supererà i problemi) e Papa Waigo.