Genoa, Borriello squalificato Figueroa debutta da titolare

Non c'è stato il bagno di folla che si attendeva e non c'è stata la partecipazione della famiglia impegnata a Pisa in una messa commemorativa, ma chi è andato al Teatro della Corte ha comunque ricordato con grande affetto il Capitano, Gianluca Signorini. Nel quinto anniversario della sua scomparsa Ussi, Unione Stampa Sportiva, ed Enel hanno organizzato così questo evento che ha visto anche la consegna di un quadro raffigurante Signorini realizzato dalla pittrice Elisabeth Cyron alla Fondazione Genoa. «Ho il grande rimpianto di non averlo conosciuto personalmente per i valori che ha espresso - ha dichiarato il vicepresidente del Genoa Gianni Blondet - ma credo che dal terzo anello farà il tifo per noi come sempre». «Quello di Signorini sarà il primo quadro del nuovo museo del Genoa» ha dichiarato invece il reggente della Fondazione Genoa Andrea D'Angelo.
Per la società presente anche il vicepresidente Gian Battista Pastorello che ha parlato della squadra: «Io per domenica punto su Figueroa». Dal campo di Pegli, dove sono ripresi gli allenamenti, buone notizie per Bovo che pur allenandosi a parte, ha dato segnali confortanti di recupero allo staff sanitario in vista della partita di domenica a Reggio Calabria. In ripresa anche Santos al quale dovrebbero essere tolti i punti alla mano mentre il ritorno in gruppo di Papa Waigo è atteso per la prossima settimana. E a proposito di punte nella prima seduta Gasperini ha provato con profitto proprio Figueroa come punta centrale considerata l'assenza di Borriello squalificato dal giudice sportivo Gian Paolo Tosel che ha paragonato la sua simulazione alla sceneggiata del direttore sportivo del Palermo Foschi: una giornata. La cosa fa ancor più sorridere se si pensa che la sanzione contestata all'attaccante non è apparsa così plateale a differenza della sfuriata vergognosa che il dirigente siciliano, multato anche di 5mila euro, ha proposto per cercare di influenzare l'arbitro. Non solo. Dal giudice sportivo è arrivata anche una multa al Genoa «per avere suoi sostenitori, al 33° del primo tempo, lanciato in direzione dell'allenatore della squadra avversaria una bottiglietta semipiena, che cadeva sul terreno di giuoco a breve distanza dal destinatario».