Genoa col fiato sospeso per il ginocchio di Borriello

Quella che doveva essere una nuvola passeggera rischia di diventare una perturbazione. L'infiammazione al ginocchio destro che sembrava la parentesi di un giorno ieri non ha abbandonato Marco Borriello costringendolo ad allenarsi a parte. Il capocannoniere del campionato di serie A ha avvertito ancora fastidio lasciando qualche dubbio.
Ma la perturbazione ha rischiato di arrivare già ieri sul cielo di Pegli quando dopo circa mezz'ora di allenamento anche Lucho Figueroa, in un movimento di smarcamento nella partitella in famiglia nove contro nove, si è toccato il ginocchio sinistro. La cinquantina di tifosi infreddolita per il forte vento si è gelata. Il delantero si è fermato e per un attimo la macchina del tempo ha riportato tutti al 5 ottobre 2006 quando nell'amichevole di Vado Ligure che doveva sancire il ritorno di Lucho al calcio giocato, si aprì il tunnel di un nuovo intervento chirurgico. Per fortuna un falso allarme. Figueroa infatti non ha riportato alcun infortunio e ha proseguito l'allenamento dichiarandosi pronto all'eventualità di sostituire Borriello per il quale oggi, nell'allenamento pomeridiano a porte chiuse, ci sarà la prova del nove. Test che invece non sarà necessario per Beppe Sculli. Ieri l'esterno rossoblù ha sostenuto un allenamento differenziato, ma oggi lo staff sanitario del Genoa punta a riconsegnarlo a Gian Piero Gasperini per la sfida di domenica sera al Ferraris partita nella quale non è ancora certa la disponibilità di Lima Rodrigues Fabiano. Il brasiliano non si è allenato con i compagni per una contrattura alla coscia che potrebbe lasciarlo fuori dai convocati con la Juve. «Per battere la Vecchia Signora ci vorrà senza dubbio la partita perfetta - ha dichiarato Gaetano De Rosa festeggiato assieme a Domenico Criscito alla cena del Genoa Club 'Le Preziose' e del Genoa Club 'Le Lanternine' che vantano solo iscritte del gentil sesso - dovremo prestare attenzione in ogni reparto e sfruttare le loro incertezze».
E proprio domenica in occasione di Genoa-Juventus fuori dallo stadio si terrà una raccolta benefica di C.A.R.E.S. O.N.L.U.S. Centro Attività Riabilitative Educative Sociali che raccoglie un gruppo di genitori di bambini con paralisi cerebrale infantile.