Genoa, contro il Ravenna la carica dei vecchi

Luca Russo

Per tornare alla vittoria dopo tre pareggi, per continuare a volare in classifica, per scardinare la saracinesca del Ravenna che non si apre da oltre quattro incontri. Tutto questo è il match del Genoa oggi al Ferraris che vivrà un bel prologo con la presenza in campo, ma solo per salutare i tifosi, dei nuovi acquisti Mamede, Lopez e Rivaldo.
Il portoghese sarà pronto per la trasferta di Fermo, così come il giovane centrocampista paraguaiano, mentre Lopez verosimilmente farà il suo debutto in casa tra quindici giorni con il Padova. E così per ora non resta che affidarsi alla vecchia guardia già rinforzata con gli innesti di Fusco, in difesa, e di Iliev in attacco.
Giovanni Vavassori dovrebbe riproporre il 3-4-3 che in difesa potrebbe prevedere il sacrificio di Ambrogioni, a centrocampo è atteso il ritorno di Coppola mentre in attacco con l'assenza di Zaniolo, fermato per due turni dal giudice sportivo, spazio a Grabbi supportato da Rossi e dal serbo Iliev.
Partirà dalla panchina Caccia che ieri nella rifinitura ha lavorato a parte per un acciacco, ma che è stato comunque convocato per la gara di questo pomeriggio a Marassi.
Il Ravenna che affronterà i rossoblu sarà un'altra squadra rispetto a quella dell'andata affondata con tre reti.
Pur rimanendo nelle zone basse della classifica infatti i romagnoli nelle ultime quattro gare hanno totalizzato dieci punti e il portiere Capecchi non prende gol da 396 minuti a testimonianza di una difesa che sembra aver trovato i giusti equilibri. Insomma, in casa Genoa, toccherà ancora ai vecchi, in attesa delle prodezze sudamericane.