Il Genoa prima convince poi inciampa nel Legnano

Per la prima volta in questa stagione il presidente Enrico Preziosi, accompagnato da Giambattista Pastorello ha potuto vedere da vicino il nuovo Genoa. Escono molte luci e qualche ombra dal triangolare, partite di 45’, con Pavia e Legnano visto che i rossoblù con i padroni di casa hanno vinto per 3-0, uscendo poi sconfitti 2-0 nell’altro confronto. Soprattutto contro la formazione locale che milita in C2 il Genoa ha confermato le proprie qualità offensive. Con i pavesi la formazione di Gasperini è andata sul velluto segnando tre volte con una doppietta di Borriello al 5’ e al 40’ (gol con tiro potentissimo da fuori area) e rete di Danilo, su pregevole assist di Sculli. Per il brasiliano, che deve dimostrare di poter ottenere la conferma nel Grifone ,aumentano gli estimatori. Il tecnico rossoblù per questo match ha mischiato le carte schierando Rubinho tra i pali, in difesa ancora assente Bovo per motivi precauzionali, il mister si è inventato la difesa schierando Konko, Stellini e Danilo a centrocampo Rossi, Juric, Paro e Fabiano, in attacco il tridente formato da Papa Waigo, Borriello e Sculli.
A seguire il Genoa, apparso stanco, con Bega, Stellini, Milanetto, Di Vaio ha affrontato il Legnano, neopromosso in C1 subendo entrambi i gol da Lauteri che ha rovinato l’ultimo atto della prima fase del ritiro che si è concluso al «Fortunati» di Pavia. Tra un tempo e l’altro Preziosi ha anche fatto il punto di mercato: «Sappiamo che dobbiamo operare sulla difesa e lo faremo. Prendiamo atto che in Italia in questo momento c’è un mercato molto florido per gli attaccanti, mentre per i difensori si fa fatica». Il massimo dirigente rossoblù ha mostrato il suo disappunto per la vicenda Rinaudo: «Zamparini ha deciso di togliere il giocatore dal mercato e ne prendiamo atto. Radu? È un ragazzo di ventuno anni. Comunque io preferirei un giocatore più esperto per questa seria A». In relazione alla prestazione con il Pavia, Preziosi si è mostrato soddisfatto: «Ho visto molto dinamismo malgrado la temperatura elevata. Siamo in generale soddisfatti anche se queste partite contano poco». Ora per Rossi e compagni due giorni di riposo poi scatterà l’altra fase di ritiro a Levico Terme a pochi chilometri da Trento. Gasperini spera che per la prossima settimana arrivi finalmente un difensore per poter affrontare la preparazione in tutta tranquillità.