Il Genoa d’assalto farà a meno di Greco

Come in un effetto domino in questo calciomercato il Genoa è partito dall'attacco e sceso sul centrocampo e ora sta per toccare la difesa. Per l'argentino Hugo Campagnaro, 27 anni, l'accordo con il Piacenza sembra raggiunto nonostante i non idilliaci rapporti tra il presidente emiliano Garilli e Preziosi e ora si attende di definire l'acquisto di Jonathan Bottinelli dal San Lorenzo, campione d'Argentina, senza disdegnare Salvatore Aronica della Reggina e una nuova pista che porta in Romania. Tutto a fari spenti o quasi come la trattativa condotta per arrivare a Matteo Paro che sembrava già diretto a Empoli agli ordini di Gigi Cagni e che invece a metà luglio sarà a Neustift con il suo scopritore Gian Piero Gasperini. E così non si escludono novità dell'ultima ora proprio nel settore ritenuto nevralgico e cioè quello della difesa. E se a centrocampo continuano a mancare i vice di Rossi, Milanetto e Fabiano anche se si continua a parlare di Mesto, Blasi, Cigarini e Parisi, in attacco c'è solo l'imbarazzo della scelta e il vice presidente rossoblu Gian Battista Pastorello starebbe già lavorando anche alle partenze. Sì perché se oltre a Borriello e Papa Waigo, sono da considerare punti fermi Di Vaio e Gasparetto, stessa cosa non si può dire di Greco. 'Lupo' sembra essere il primo della lista. Il giocatore dovrebbe partire e avrebbe già molti estimatori tra serie A e serie B. Poi c'è Adailton sul quale la società potrebbe anche meditare la cessione nel caso di un'offerta importante e per ora sarebbero arrivati sondaggi da parte di Bologna e Brescia. C'è infine la situazione di Leon. L'honduregno ha faticato ad inserirsi negli schemi di Gasperini anche se nel finale è sembrato finalmente raggiungere una parziale intesa e la sua possibile partenza si fa meno probabile.
Quanto alla campagna abbonamenti, fino a ieri sera erano state vendute duemila tessere della Gradinata Nord.