Genoa e Bologna raggiungono il Napoli costretto al riposo

Due gol per Di Vaio Successo emiliano su papera del portiere

Si procede a saltelli, il big-match Juventus-Napoli e altre due partite rinviate per gli impegni delle nazionali (ma il Rimini ha giocato regolarmente pur avendo il portiere Handanovic convocato dall’under 21 slovena): solo il 4 aprile si avrà la classifica reale. Nel frattempo il Genoa si gode il successo di Crotone e il Bologna quello sul Frosinone. Affiancano il Napoli al secondo posto, ma potrebbero venire superate stasera dal Piacenza (posticipo con il Modena). Il Genoa non vinceva in trasferta da tre mesi, a Crotone ha disegnato una partita di chiara supremazia, anche se agevolata dall’espulsione di Piocelle. Vittoria legittimata da Leon e dalla doppietta conclusiva di Di Vaio, bene inseritosi negli schemi rossoblù.
Il Bologna ha risposto con il cannoniere Bellucci (regalo del portiere frusinate Zappino, sulla punizione s’è fatto passare il pallone sotto il corpo) che ha colpito poi un palo mentre Marazzina ha fallito più volte il raddoppio. Ma la squadra di Ulivieri ha sofferto solo nel finale.
L’altra sfida nella prospettiva promozione, o play-off, s’è conclusa con un pareggio che non soddisfa il Mantova, beffato da un tiro di Sabato casualmente deviato. Il Rimini cercava il colpo in casa dell’Albinoleffe schierando tre punte con il risultato di non effettuare nemmeno un tiro in porta; i bergamaschi di Mondonico, specializzati nei pareggi, hanno incasellato il 16º segno ics.
Intuizione, o fortuna, nelle mosse tattiche dell’allenatore Ventura? Nella precedente tornata il Verona aveva acciuffato l’Albinoleffe nei tempi di recupero con un gol di Akagunduz, austriaco di origine turca entrato da pochi minuti. Ventura, forse per scaramanzia, ha ripetuto il giochino: Akagunduz, toccando il primo pallone al 93’ ha risolto il derby con il Vicenza.