Genoa e Inter sfidano l’alluvione per gli alluvionati

(...) contro i neroazzurri alle popolazioni colpite dalle alluvioni, per dare un grande segnale di partecipazione e di vicinanza alle persone colpite dalla tragedia. E per questa lodevole iniziativa la società di Villa Rostan ha deciso che non saranno rilasciati biglietti omaggio, invitando inoltre tutti i sostenitori rossoblù ad accorrere numerosi al Luigi Ferraris. Chi accoglierà questo invito afferrerà così due piccioni con una fava, prendendo a prestito un famoso proverbio. Cioè si vedrà dal vivo una partita interessante e nello stesso tempo aiuterà le popolazioni liguri colpite dalle inondazioni di acqua e fango.
Secondo. L'allarme meteo. Infatti secondo le previsioni meteo diffuse tra oggi, sabato e domenica mattina la nostra regione dovrebbe essere interessata da una perturbazione che porterà piogge forti ed intense. Sperando che il Comune non si faccia trovare impreparato per quello che riguarda le condizioni del terreno di gioco e dell'impianto, sarà premura di coloro che verranno alla stadio informarsi sui possibili disagi che il maltempo potrebbe creare. Augurandoci che a differenza del derby della passata stagione, rinviato poi per neve, la decisione di un'eventuale sospensione della sfida tra rossoblù e neroazzurri venga decisa prima che gli spettatori raggiungano l'impianto. L’assessore Scidone si prepara, pur assicurando che al momento non ci sono motivi di rinvio.
La squadra intanto continua la preparazione nel quartier generale di Pegli, da dove arrivano notizie positive da Dario Dainelli che è praticamente recuperato. Al suo fianco in difesa dovrebbe tornare Emiliano Moretti. «L'Inter arriverà ferita per via della sua classifica, ma non dimentichiamoci che tra le sue fila ci sono parecchi campioni», spiega dall'alto della sua esperienza l'ex del Valencia. E come si può vincere? «Giocando con più cattiveria e determinazione di loro. E sotto porta ci vorrà quel cinismo mancato a Firenze». L'arbitro sarà Banti di Livorno.