Genoa e Samp ammaliano i tifosi a colpi di marketing

Dedicato al tifoso che vuole conoscere l'effetto che fa, vogliamo toccare per credere perché sognare non ci basta più. Mille idee per il regalo bello e incredibile, così il compleanno può diventare super.
Genoa e Samp a braccetto che veleggiano verso il nuovo millennio del marketing, cambiare la filosofia deve essere la parola d'ordine. Il senso è questo, sbricioliamo ogni tabù. Oggi il tifoso può e deve conoscere, intervistare o pranzare con il campione. O magari visitare lo spogliatoio di Marassi quando le maglie sono già sistemate sulle panche per essere indossate. Genoa e Samp, facciamo vedere la magia di quello che sembra impossibile ma è diventato possibile.
La novità rossoblù si chiama Genoa Experience, il regalo che non ti aspetti. Natale o compleanno ogni scusa vale. È la storia di una visita allo Stamford Bridge, tempio del Chelsea. L'ufficio marketing della società rossoblù ha capito subito che certe idee non hanno confini, saranno sempre un successo in ogni fazzoletto del globo. Ma di cosa si tratta? È un tour dentro lo stadio di Marassi, servizio completo. Il concetto è semplice apriamo le porte anche dove, di solito, c'erano lucchetti grandi così. È un viaggio tra la sala vip, l'area storica, la tribuna d'onore, lo spogliatoio del Genoa e quello dell'arbitro, e la sala stampa.
Gadget e intrattenimento, poi pranzo o cena in un saletta ad hoc all'interno dello stadio e gran finale scoppiettante: giro di campo e poi su in tribuna centrale per vedere il Genoa. Dalla A alla Z, così si vive la partita. Il prezzo? 150 euro, un'offerta promozionale che sarà bissata anche con il Catania. Poi, salirà a 180 euro. Senza contare lo sconto di 50 euro per i titolari di abbonamenti di Tribuna d'Onore e Tribuna Centrale Inferiore (settori 1 e 2). Per ogni gara, saranno a disposizione trentacinque posti.
È appena nato Genoa Experience ma è già scoccata la scintilla. 32 prenotazioni per il match di sabato 19 gennaio quando i rossoblù affronteranno l'Atalanta alle 18. Un boom assoluto. Il cliente tipo? Tifosi che hanno l'abbonamento ma anche tifosi che vogliono fare un cadeau originalissimo. Qualcuno arriverà anche dall'estero. Direttamente dall'Inghilterra, precisamente Manchester. Due fidanzati italiani che volevano ritornare a Genova per una vacanza. L'idea è nata così: lui è tifosissimo rossoblu, lei cercava il regalo per stupirlo con effetti speciali. E tutti vissero felici e contenti.
Cambiamo scenario, per entrare nell'universo blucerchiato serve la Samp Card. Già distribuita agli abbonati della stagione 2006/07 che ne hanno fatto richiesta, ma si può ottenere anche attraverso il sito internet della società doriana. Ogni euro speso corrisponde ad un punto, e tantissimi sono gli esercizi commerciali partner di Samp Card che hanno aderito all'iniziativa.
Dall'abbigliamento alla ristorazione, passando per gli alimentari, l'arredamento, le calzature, i carburanti, la cartoleria, cinema, elettronica e altri settori ancora. Sul sito della Samp l'elenco completo. Ma cosa si vince? Il catalogo è ricco. Si passa dal portachiavi blucerchiato (servono 100 punti) e si sale fino al top che scopriremo tra qualche riga. Nel mezzo il cappellino (300 punti), la cravatta ufficiale (bisogna raccoglierne 1500) fino alla maglia storica (il modello usato in occasione del festeggiamento dei 60 anni della Samp) e a quella ufficiale di questa stagione.
Con 4000 punti, una delle due può essere vostra. Sfogliamo adesso il catalogo delle curiosità. Sempre con 4000 punti è possibile scrivere un editoriale o un articolo da pubblicare sulla rivista ufficiale Samp Magazine. Se arrivate a 7500 puoi invitare un amico a sfidare due giocatori della prima squadra ad una partita a calcio balilla. Sempre allo stesso punteggio ecco i guanti del portiere o le scarpe del tuo campione preferito. Compresa la dedica.
Oppure fare l'inviato speciale a Bogliasco. Intervista video all'idolo o magari a Walter Mazzarri. Tutto ripreso e poi on line su sampdoria.it. Chi vorrebbe alzare al cielo i trofei della Samp? Adesso, si può. Foto e riprese (sempre pubblicate sul sito ufficiale) nella sala che racchiude la storia blucerchiata. 9000 punti, e preparate subito la cornice.
C'è anche lo speciale compleanno, sempre alla stessa quota. Un videomessaggio dedicato dei giocatori e una tenuta da gioco autografata dalla squadra. Semplicemente unico. Adesso arriviamo davvero sulla vetta. 15000 punti: cena per 2 persone con una rappresentanza della prima squadra oppure un weekend in ritiro con la Samp sempre per due.
Non sarà troppo romantico ma guai a dirlo alla fidanzata che vi accompagna.