Genoa e Sampdoria, in campo dalla stessa parte per battere la Sla

Cassano, Mancini, Pagliuca, Del Vecchio e Mazzarri da una parte; Sculli, Eranio, Criscito, Ferrari e Gasperini dall'altra, Gigi Cagni e Osvaldo Bagnoli in regia. Ci sarà tutto il meglio della Genova calcistica di ieri e di oggi domani sera a Marassi per «Uniti contro la Sla», il Derby della Solidarietà organizzato dall'ex giocatore Marco Nappi per finanziare la ricerca sulla Sclerosi Laterale Amiotrofica. Contro una malattia infida, che devasta il corpo lasciando intatta la mente, il mondo della sport, insomma, scende in campo e promette un magico spettacolo per una grande gara di solidarietà. Mentre in soli novanta minuti si potrà assistere a dribbling e passaggi unici tra campioni che mai hanno giocato insieme, l'intero ricavato dell'iniziativa andrà infatti a due onlus impegnate direttamente nella guerra al morbo di Gehrig, come la fondazione Gigi Ghirotti, che sta costruendo in via Montallegro un hospice dedicato, e l'associazione Stefano Borgonovo creata dall'ex attaccante di Fiorentina e Milan colpito alcuni anni fa da questa patologia neurodegenerativa. «I malati di Sla, e quindi pure le loro famiglie, hanno bisogno di un'assistenza strettissima e costosa - spiega Franco Henriquet, presidente della Gigi Ghirotti - perciò abbiamo deciso di aiutarli fornendo loro un punto di riferimento, di degenza e di sollievo». «Il calcio, così amato in Italia, può essere un veicolo fenomenale per accendere i riflettori su questa malattia - aggiunge Chantal, moglie di Stefano Borgonovo che prima del fischio d'inizio saluterà Marassi - e la ricerca ha bisogno di questo per trovare più velocemente possibile una soluzione per mio marito e le altre 5000 persone circa che nel nostro Paese soffrono di Sla».
Il particolarissimo derby di solidarietà Genoa-Sampdoria partirà alle 20.30 e sarà introdotto dalla conduttrice Simona Ventura. Si spera in una forte adesione da parte del pubblico genovese che purtroppo ha imparato a conoscere molto bene questo morbo dalla morte di Gianluca Signorini, storico capitano rossoblu. I biglietti, il cui prezzo va da 5 a 30 euro, possono essere acquistati fino all'ultimo minuto direttamente allo stadio, nelle ricevitorie Lottomatica, al Sampdoria Point e al Genoa Store. Chi non riuscisse a partecipare potrà comunque essere di sostegno alla causa acquistando uno dei gadget dell'iniziativa, dalla cui vendita saranno ricavati ulteriori fondi. La partita è collegata inoltre a «Stelle nello sport», l'asta benefica dei campioni che ogni anno aiuta la Gigi Ghirotti: per questa edizione verranno messi all'incanto autentici cimeli come le maglie rossoblucerchiate di Milito e Cassano e il pallone ufficiale della Champions League 2007 firmato da Kakà.