Il Genoa fa gli scongiuri per il pre-derby

Chi vuole, faccia pure gli scongiuri: da quando è tornato in serie A il Genoa non ha mai vinto la partita prima del derby. La squadra rossoblù ha mancato il bersaglio grosso sette volte su sette, anche quando si è trovata di fronte avversari che lottavano per non retrocedere (Livorno e Bologna). Modesto il raccolto finale: tre sconfitte e quattro pareggi a riprova di un impegno preso spesso sotto gamba. La tradizione è stata confermata lo scorso 11 dicembre quando Rossi e compagni hanno perso in casa contro il Napoli una settimana prima del derby, rinviato poi per neve. La visita di Enrico Preziosi l'altro giorno a Pegli va letta anche in questo senso: vietati i cali di concentrazione contro una squadra reduce da sei sconfitte consecutive che ha appena cambiato l'allenatore. Dal genovese Giampiero Ventura al bergamasco Bortolo Mutti, a cui un anno fa non riuscì l'impresa di salvare l'Atalanta in condizioni disperate come il Bari di oggi. Per la squadra pugliese, che non vince in casa dal 26 settembre, è davvero l'ultima spiaggia. Mutti ci crede: «Sono abituato a situazioni di estrema difficoltà e questa volta è durissima. Serve un'impresa. Il nostro comandamento è non arrendersi mai, qualunque cosa accada da qui alla fine del campionato». Meglio insomma non fidarsi di un avversario che, pur avendo il peggiore attacco della serie A (14 gol, di cui solo 2 nel ritorno) e la seconda peggior difesa (39 gol), a gennaio si è rinforzato con Okaka, il norvegese Huseklepp (da tenere d'occhio) e l'ex genoano Rudolf a segno in amichevole con la sua Nazionale. Per la gara di domani Ballardini deve fare a meno solo di Destro e di Boselli che rientrerà in gruppo la prossima settimana dopo i progressi evidenziati in questi giorni. Rossi ieri si è allenato senza problemi, mentre Chico e Rafinha hanno lavorato a scartamento ridotto. Entrambi però dovrebbero farcela. Nell'elenco dei pre-convocati figura anche il nome di Luca Antonelli. Panchina o tribuna, il fatto che ci sia è già una bella notizia.