Il Genoa di Figueroa parte dallo Spezia

(...) non lo voleva mollare, si aggira attorno ai dodici milioni di euro.
Figueroa, 25 anni, sposato in attesa di diventare padre a dicembre, in carriera ha segnato 76 gol e malgrado un paio di esperienze non esaltanti in Inghilterra e Spagna è senza dubbio giocatore di valore tanto che avrebbe dovuto vestire una maglia dell’Argentina ai recenti mondiali in Germania lottando per un posto da titolare con Crespo, Tevez o Cruz, se appunto un grave infortunio al ginocchio con interessamento ai legamenti non lo avesse fermato. È stato operato il 15 marzo scorso ed ha subito iniziato la rieducazione come ha spiegato Fabrizio Preziosi e il manager Cosentino.
Sul suo veloce recupero il Genoa ci punta ad occhi chiusi e lui, si capisce, l’occasione rossoblù non la vuole perdere: «Chiedo a tutti un po’ di pazienza ma ringrazio Dio che ci sia stato il Genoa ad aprirmi questa porta, fondamentale per la mia carriera. E io sono arrivato qui per andare in A». Figueroa ha chiesto il numero 9 di maglia e soprattutto di vedere le immagini dello stadio e della Gradinata Nord perché Diego Milito, che qui ha lasciato il segno, gli ha parlato bene dell’ambiente, convincendo anche il suo procuratore, che poi è suo papa’ che lo ha seguito anche a Pegli, a dire di sì a Preziosi. Il colpo di testa è il suo punto forte, ma ha le caratteristiche di opportunità d’area di rigore un po’ alla Pippo Inzaghi. Ora tornerà in Argentina ma dopo Ferragosto sarà a disposizione del tecnico Gasperini. Sul fronte del mercato Fabrizio Preziosi è stato chiaro: «Crediamo che questo organico non abbia bisogno di ulteriori rafforzamenti, ma mio padre ha dimostrato di non lasciare nulla d’intentato. Se ci sarà bisogno di fare qualcosa lo farà, come sempre».
Intanto la campagna abbonamenti, dopo le richieste pervenute in sede è stata riaperta e chiuderà il prossimo venerdì sera. L’amministratore delegato Zarbano, in merito agli avvisi di garanzia per Enrico Preziosi e Gianni Blondet per le indagini della Guardia di Finanza sul cosiddetto doping amministrativo, ha ribadito la tranquillità dei vertici societari del Genoa. Intanto la Figc ha reso noto che il campionato di serie B inizierà il 9 settembre e si giocherà di sabato. La Coppa Italia slitta di una settimana, al 19 agosto. Ed è subito derby Genoa-Spezia a Marassi.