GENOA - Gasperini fa rifiatare Borriello e lancia Figueroa

Con l’Inter l’allenatore non rischia il bomber che è diffidato «Faremo una grande partita»

«Faremo una grande partita, su questo non ho dubbi». Giampiero Gasperini carica così il Genoa per la gara di stasera al Ferraris contro i campioni d’Italia dell’Inter. Nerazzurri che vogliono vincere per mandare un messaggio chiaro alla Roma e per sedare le polemiche interne, l’ultima di Ibrahimovic è rientrata avendo lo svedese chiesto scusa al tecnico Mancini dopo la sfuriata di domenica scorsa. I rossoblù reduci da tre sconfitte consecutive, fanno i conti con un calendario severo, ma non per questo si abbattono: «Non siamo in depressione – ribadisce Gasperini – e lo dimostreremo. E non voglio neppure cercare alibi negli arbitraggi anche se a Firenze siamo stati penalizzati. Preferisco pensare che la mia squadra possa ripetere le buoni prestazioni con Juve e Fiorentina e magari avere un pizzico di fortuna in più».
Ma con l’Inter il Genoa cambierà ancora faccia. Via al turn over pensando alla gara di sabato prossimo a Palermo. Gasperini non nasconde a Mancini i suoi piani: «Al novanta per cento in attacco gioca Figueroa al posto di Borriello che andrà in panchina pronto a fare la sua parte se ce ne sarà bisogno. Borriello è diffidato e quindi va gestito, ma anche fisicamente ha bisogno di rifiatare un po’ e poi Figueroa sta bene. E cambieremo qualcosa in difesa. Milanetto mi pare recuperato e spero che Fabiano possa scendere in campo». Probabile un po’ di riposo a Konko con una retroguardia che davanti a Scarpi potrebbe prevedere Santos, De Rosa e Criscito. A centrocampo Rossi, Juric, Milanetto e Fabiano, in avanti Sculli, Figueroa e Danilo.
Gasperini si augura di trovare un’Inter meno arrabbiata: «Hanno un po’ di pressioni addosso e a Mancini, che non mi è antipatico, voglio dare la mia solidarietà. Certo, rispetto all’andata quando perdemmo per 4-1 sembrano essere un po’ meno schiacciasassi, ma sono sempre saldamente in testa alla classifica. Sabato poi avranno la Juve e chissà che non pensino di più a quella gara, ma non m’illudo e per questo siamo pronti per ottenere un risultato di prestigio anche per rispetto ai nostri tifosi che saranno come sempre tanti e calorosi». Il Genoa non si sente in crisi, il pubblico è molto paziente, ma pretende contro l’Inter il massimo impegno e la voglia di battersi alla pari con chiunque, senza rassegnazione.