Genoa A Lecce ancora Janko

Lecce si avvicina a grandi passi e al Genoa l’antivigilia è piuttosto atipica. Tre impegni in otto giorni hanno consigliato allo staff di Gian Piero Gasperini di rivoluzionare la consueta tabella lavorativa settimanale e ieri, sotto il sole splendente del «Signorini», si è svolto un doppio allenamento a porte chiuse: mattinata in palestra a curare la forza esplosiva; pomeriggio di video, tecnica e tattica. Tra una sessione e l’altra, c’è stato il tempo per il mister di Grugliasco di fare il punto sulla situazione infortunati («Milito resterà a casa, Gasbarroni pure mentre Thiago Motta si è allenato con intensità ed è recuperato») e sui propositi in vista dell’ultima di andata al «Via del Mare». «Siamo una squadra in salute e motivata - comincia Gasperini -. Ovunque andiamo, proviamo sempre ad ottenere il massimo. Cercheremo di fare lo stesso domenica, quando troveremo di fronte un Lecce capace di vincere a Firenze, che ha entusiasmo». In difesa, Criscito dovrebbe sostituire lo squalificato Bocchetti; davanti fiducia a Jankovic («Ottima gara col Torino, ha dimostrato di avere i mezzi, ma ora si deve confermare»). Arbitrerà il trentenne empolese Pinzani.