Il Genoa non s’accontenta e vuol battere pure la Lega

Luca Russo

«Siamo al fianco del Comune di Genova, anche noi vogliamo la serie B alla domenica e il 30 agosto lo ribadiremo». Enrico Preziosi, soddisfatto per la bella vittoria con la Fiorentina, conferma la posizione della società rossoblù nella battaglia per lo spostamento del campionato cadetto che anche ieri, a Milano, ha registrato l'ennesima puntata.
In vista dell'incontro decisivo fissato per la fine del mese tra le istituzioni locali e i rappresentanti delle società di B, è andato in scena un vertice informale tra dirigenti delle squadre cadette e il presidente della Lega Antonio Matarrese. Obiettivo dell'incontro, a cui hanno partecipato in rappresentanza del Genoa l'ammistratore delegato Alessandro Zarbano e il segretario generale Diodato Abbagnara, definire l'orientamento da ufficializzare nel faccia a faccia programmato per il 30 agosto prima della compilazione dei calendari.
Il fronte del no al sabato sembra poter contare su diciotto squadre su ventidue e ha buona probabilità di spuntarla anche se ancora nei giorni scorsi Matarrese aveva manifestato la volontà di onorare l'accordo triennale che aveva sancito lo spostamento della B al sabato pomeriggio. A livello genovese, dopo la netta presa di posizione dell'assessore allo sport Giorgio Guerello, è arrivato l'appoggio bipartisan del consigliere comunale di Alleanza Nazionale Giuseppe Murolo. Murolo ha annunciato di voler presentare nell'aula rossa una «mozione di appoggio e rafforzamento» all'iniziativa di Tursi contro la serie B al sabato considerate «tutte le conseguenze negative che ricadrebbero sul quartiere di Marassi, dal traffico congestionato alle difficoltà legate alle attività commerciali e al mercato del sabato in Corso De Stefanis e zone limitrofe».
Intanto, in attesa di conoscere le dinamiche del nuovo calendario, il Genoa si gode il passaggio al terzo turno di Coppa Italia grazie alla vittoria con i viola. Una prestazione che ha fatto stropicciare gli occhi a molti per l'intraprendenza con la quale il gruppo di Gasperini ha continuamente cercato il gioco annullando una Fiorentina troppo presuntuosa. Per la seconda volta consecutiva dopo lo Spezia, il match winner è stato la rivelazione di questa estate rossoblù Giuseppe Greco tornato dal prestito di Catanzaro. «Sono molto contento - ha dichiarato l'attaccante - mi sento bene e spero di dare il mio contributo per questo lungo campionato». Ambiente euforico, dunque, con il presidente Enrico Preziosi chiamato a svolgere il ruolo di pompiere. «È una bella soddisfazione battere una squadra che l'anno scorso ha conquistato la Champions - ha sottolineato il massimo dirigente rossoblù - ma non dimentichiamoci che siamo ad agosto e abbiamo ancora quarantadue partite di campionato davanti». Preziosi ha confermato anche le trattative per arrivare all'acquisto di un difensore. Sfumata la pista Di Loreto, vicinissimo al Torino, il consulente di mercato Alessandro Gaucci avrebbe infittito i contatti con la Juve per chiudere con Legrottaglie. Intanto oggi si aggregherà al gruppo, che si allenerà ad Acqui Terme alle 17 per preparare la partita di Coppa Italia di domenica al Ferraris con il Modena, l'attaccante argentino Lucho Figueroa arrivato ieri in Italia con la moglie. Confermata la squalifica per un turno di Rossi e oggi scatta la prevendita per Genoa - Modena. Presso la biglietteria dello stadio Ferraris sarà possibile acquistare tagliandi di Nord, Sud e Distinti, la Tribuna è in vendita al Genoa Store. Tutti i settori sono infine in vendita presso le ricevitorie Lottomatica.