Genoa, Papa Waigo pronto a replicare domenica col Torino

C’è anche Danilo in stampelle a bordo campo. Il brasiliano tornerà a fine gennaio, ma sta in gruppo, vicino ai suoi compagni. Due punti in sei partite e per la trasferta di Torino il Genoa fa quadrato. Te ne accorgi anche da come si propone Papa Waigo. L’attaccante è stato l’acquisto più costoso della squadra rossoblù tanto che il suo valore si attestò attorno ai 5 milioni di euro, ma fino ad ora ha collezionato una manciata di presenze. Tanta panchina e poi lo stop per l’intervento di appendicite. Ma ora il senegalese ha voglia di giocare. Per questo ha saltato volontariamente le convocazioni della sua nazionale in preparazione della Coppa d’Africa che si disputerà nel gennaio prossimo: «Mi paga ogni mese questo club e mi sembrava giusto dare la precedenza al Genoa».
Domenica c’è il Torino. Già, contro la squadra di Novellino Papa Waigo nel Trofeo Spagnolo fece un gol strepitoso in una gara ricca di segnature tanto che finì 4-4: «Ma il calcio d’agosto conta poco. Ora è più dura». Sì, l’ex cesenate è umile e si mette a disposizione. Ma in fondo una richiesta la fa: «Rispetto a qualche mese fa non è successo niente. La verità è che sono giovane e sono arrivato con tanto entusiasmo ma mi sono accorto qual è la differenza di categoria e anche del fatto che in questa squadra ci sono giocatori che stanno facendo molto bene. Ho tanta concorrenza nel mio ruolo. Io devo solo aspettare e farmi trovare pronto quando sarò chiamato dal mister». La gara col Torino potrebbe essere quella giusta per lui. La difesa granata non pare veloce, mentre Papa Waigo è un giocatore che fa della corsa la sua arma più pericolosa. «Spero di essere utile, ma in generale stiamo facendo un buon campionato anche perché con un po’ più di fortuna avremmo potuto fare qualche punto in più». Gasperini domani farà le prove della partita di domenica in una sgambata in famiglia. Possibile anche l’arrivo a Pegli del presidente Enrico Preziosi. La formazione che scenderà in campo all’Olimpico torinese è comunque un rebus: a centrocampo sembrano scontati i rentri di Fabiano, Milanetto e Coppola. Mentre in attacco a parte Borriello nessuno è sicuro del posto. In difesa i trio Konko-Bovo-Lucarelli appare quello piu’ sicuro di partire titolare per fermare Rosina, Di Michele e Ventola.
Intanto dopo quelli di martedì si sono agiunti ieri altri due ultrà genoani scarcerati in relazione agli incidenti con i sampdoriani che avevano preceduto il derby del 23 settembre scorso. Per i due, Stefano Montaldo e Fabio Praticò, c’è l’obbligo di firma quotidiana dal lunedì al venerdì, mentre per sabato e domenica dovranno firmare due volte al giorno in concomitanza delle partite di calcio. La richiesta di scarcerazione è stata avanzata dal difensore Monica Tranfo e accolta dal gip Adriana Petri.