Genoa, Parisi la prima pedina di una difesa tutta rinnovata

Emmanuele Gerboni

Accendete il radar, sta passando Alessandro Parisi: un sinistro che fa male, un terzino che fa gol, un colpo da dieci e lode per il Genoa. Ecco la storia di una trattativa che è fatta. Siamo al 99,9%, ci sarebbe da stupirsi se il castello crollasse proprio adesso.
Spieghiamo: quella di ieri è stata una giornata decisiva. Perché il Genoa ha messo d'accordo il giocatore e il Messina. Anche se c'è una virgola fuori programma. Che, però, non frenerà l'affare. È stato interessamento mai troppo nascosto e che si è tramutato in qualcosa di più proprio questa mattina. Vertice a Roma tra Stefano Capozucca, Matteo Preziosi e Umberto Lattuca, procuratore del giocatore. Che, ha confermato, qualcosa d'importante: «Sono stati fatti passi importanti. Per quanto riguarda l'accordo tra il giocatore e il Genoa posso dire che non ci sono problemi». Ok, ma l'intesa tra Genoa e Messina? Anche su questo punto, Lattuca si sbilancia: «Ho avuto mandato dal Messina di trattare con il Genoa».
Il risultato finale? Il presidente Enrico Preziosi ha piazzato un altro colpo da novanta, dopo Cristian Abbiati. I termini della trattativa? Giovanni Tedesco fa parte dell'operazione ma qui c'è il problema che, però, non dovrebbe mettere troppi paletti (decisivi) per l'accordo finale. Il capitano rossoblù, legato ancora da un anno di contratto con il Genoa, non sarebbe disponibile al trasferimento. O meglio, vorrebbe l'allungamento da parte del Messina. Che non sembra particolarmente convinto. Di certo, la trattativa si farà anche se Tedesco dovesse opporsi al trasferimento. Si parla di un triennale per Parisi, e l'acquisto del Genoa sarebbe a titolo definitivo.
«Siamo molto ottimisti, ci siamo visti con il Messina e lo faremo di nuovo. C'è qualche intoppo (leggasi Tedesco, ndr) ma siamo fiduciosi». Queste le parole di Capuzucca che suggerisce altre tracce importanti. La prima è quella più conosciuta: «Siamo molto vicini a De Ascentis». Anche se la verità è un'altra: il centrocampista ha già firmato il contratto, il Genoa soltanto depositarlo.
Un'altra novità, in entrata, è l'acquisto di Massimo Paci, difensore prelevato dalla Ternana ma reduce dal prestito a Lecce. Tutto fatto, triennale per il giocatore, un centrale con ottime caratteristiche. L'accordo con la Ternana è sulla base di una comproprietà. Le sue prime parole sono queste: «Sono davvero felice, non vedo l'ora di scendere in campo. Arriverò a Genova nei prossimi giorni e so che ci sarà una grande festa per la presentazione. Cosa mi ha convinto? Il blasone di questa società, il Genoa ha tanta voglia di conquistare qualcosa d'importante. Conoscevo Capozucca dai tempi della Ternana, sono orgoglioso che mi abbia chiamato anche al Genoa».