Il Genoa perde anche Bottinelli

Nella mattinata di ieri sembrava fatta, la cifra era stata ritenuta congrua dal presidente del San Lorenzo Savino che da qualche giorno si trovava in Italia.
Tre milioni di euro tutto compreso e un contratto quadriennale per il giocatore che era pronto a raggiungere la sua nuova squadra la settimana prossima poco prima della partenza per il ritiro di Neustift.
Al momento di chiudere l'affare nel pomeriggio a Milano però è saltato tutto. Jonathan Pablo Bottinelli non arriverà al Genoa. Il 22-enne difensore centrale della squadra campione d'argentina a lungo inseguito dai rossoblù e individuato come alternativa a Domenico Criscito resta in Argentina e la sensazione è che l'affare non si faccia più.
Il San Lorenzo ha giudicato non sufficienti le garanzie economiche offerte dal Genoa e ha chiuso la porta al Grifone dopo una lunga trattativa.
Un altro schiaffo dunque per il mercato rossoblù in un settore nevralgico come la difesa dopo il caso Campagnaro.
Ora si punta dritti sul difensore centrale Leandro Rinaudo del Palermo che ha già fatto sapere di gradire la soluzione rossoblù anche perché nel Palermo, dopo l'esperienza di Siena, non trova più spazio. Intanto sul fronte dei depositi contrattuali in Lega è stato ufficializzato l'acquisto del portiere Gianluca Pegolo svincolatosi il 30 giugno dal Verona. Pegolo, chiuso da Rubinho, sembra però destinato ad essere ceduto in prestito ad un'altra società.
Oggi infine presso gli sportelli dello stadio Luigi Ferraris lato tribune si concluderà la vendita in prelazioni degli abbonamenti di Gradinata Nord. All'esaurimento del dodicesimo uomo in campo mancano circa 200 tessere.
Da mercoledì 11 luglio partiranno le prelazioni per gli altri settori mentre in città sono apparse le prime maxi affissioni promozionali per la campagna abbonamenti con la nuova head line scelta dal comparto marketing e comunicazione in collaborazione con l'agenzia Meloria DPS: «Non farti raccontare la leggenda. Vivila».