Il Genoa perde, ma in coppa Italia

Giovanni Porcella

Questa volta al Genoa baby non riesce il miracolo compiuto al primo turno col Pisa. Il Ravenna sceso al Ferraris con molti elementi della prima squadra non snobba la Coppa Italia e vince per 4-1 sui grifoncini schierati da Vavassori chiudendo la pratica qualificazione. Così arriva anche la prima sconfitta stagionale per il Genoa schierato con Barasso tra i pali, Ferrando, Di Maio, Borghese e Panizzolo in difesa, Minetti (abulica la sua prova considerato che era l’unico elemento della prima squadra) Cotelessa, Morga, Volapara e Renzetti. E questi ultimi due sono stati i migliori tra i rossoblu’. Eppure la gara è stata a lungo in equilibrio. I romagnoli passano in vantaggio al 17’ con Cavagna, ma il Genoa risponde colpo su colpo e a Panizzolo non riesce il tap-in a due passi dalla porta mentre al 45’Morga coglie un palo su punizione. Per il centravanti che arriva dalla ginnastica ritmica è l’unico acuto. Infatti ad inizio ripresa viene sostituito da Ferrara che al 12’ su assist di Renzetti raggiunge il pari. Buona l’esecuzione dell’attaccante che spedisce la palla nell’angolo dal limite dell’area. Il Ravenna accusa il colpo ma i ragazzini del Genoa sono stanchissimi e negli ultimi minuti c’è il crollo anche a causa di molte ingenuità difensive. Agostinelli al 26’ gela i 2400 spettatori del Ferraris con un colpo di testa che sorprende Barasso e compagni. Ma non è finita visto che Giraldi e, allo scadere Cazzola, rendono il punteggio molto severo per la Torrente-band prestata a Vavassori.