Il Genoa regala al Pescara la prima vittoria

Gioca male, regala un tempo a un Pescara modesto, ma nel finale viene beffato dall'arbitro. E così per il Genoa arriva subito la prima sconfitta del 2007. Ed è una sconfitta amara perché per quanto la squadra fosse in piena emergenza con otto assenze e senza un vero regista, ha mostrato soprattutto nei primi 45 minuti di essere seduta, molla, senza lucidità. Nella ripresa al 4' uno svarione di Biasi costa il fallo di mano di De Rosa in area e il rigore che Rigoni realizza per il vantaggio pescarese. Il Genoa sbanda poi sale in cattedra, complici cambi forse tardivi, e al 35' arriva il pareggio con il primo gol del giovane Forestieri che raccoglie una respinta del portiere. Nel finale c'è lo show, in negativo, dell'arbitro Daniele Orsato di Schio. Al 41' regala il secondo rigore per un fallo fuori area di Criscito su Paponetti. Rigoni realizza consegnando al Pescara la prima vittoria in campionato. Ma Orsato non si ferma ed espelle Aurelio accusato di aver simulato un rigore che le immagini invece descrivono come sacrosanto e di aver poi protestato. In classifica per ora cambia poco, ma i rinforzi mai come in questo momento diventano vitali.
RUBINHO 5.5 A parte i due rigori non è chiamato a compiere interventi di rilievo, ma proprio per questo stupisce la sua impreparazione in una conclusione dalla distanza che mette incredibilmente in corner trasmettendo insicurezza a tutto il reparto.
BEGA 6 Sopperisce con l'esperienza agli errori dei colleghi della difesa, ma non basta.
DE ROSA 5 Sbaglia a toccare la palla con la mano in area su un cross dalla destra che Biasi non aggancia, poi cerca di riscattarsi con progressioni palla al piede fuori area per cercare di trasformarsi nel regista che non c'è.
BIASI 4.5 Nel primo tempo è ordinato, più che sufficiente. Nella ripresa ha il solito black out che porta De Rosa al fallo di mano e al primo rigore (dal 6' st AURELIO 6.5 È sempre pericoloso. Suo il guizzo che poi porta al gol di Forestieri. Viene da chiedersi perché non sia partito dal primo minuto al posto di Zeytulaev. Nel finale subisce un'espulsione assurda).
CRISCITO 6 Si trasforma nel vice Fabiano, un po' a centrocampo e un po' in difesa. Non perde mai lucidità. Nel finale atterra Paponetti fuori area e l'arbitro si inventa il rigore.
COPPOLA 5.5 In un centrocampo a tre, in piena emergenza, si trova un po' spaesato.
JURIC 5.5 Regista improvvisato va presto in confusione.
BOTTA 6 Se molte squadre lo cercano un motivo ci sarà. Non molla mai e in qualche occasione ci mette la qualità. Suo il cross che al 10' Greco non concretizza.
ZEYTULAEV 4.5 A Pescara illude tutti perchè parte bene poi si perde e si conferma evanescente. (19’ st FORESTIERI 6.5 Ci vuole poco a capire che «El Topa» ha una, due marce in più dell'uzbeko. Subito non aggancia un pallone invitante di Aurelio poi si fa perdonare realizzando il suo primo gol in Italia che vale il temporaneo pareggio.
DIOGO TAVARES 5 Lotta, ma combina davvero poco. (1’ st LOPEZ 6 Lottatore)
GRECO 5.5 Non può caricarsi sulle spalle il peso di un attacco senza ispiratori, ma è l'ombra del giocatore di inizio stagione.
GASPERINI 5.5 Non è certo colpa sua se mancano otto giocatori. L'emergenza è sotto gli occhi di tutti, come la prova ancora una volta imbarazzante di Zeytulaev che andrebbe sostituito prima.
ORSATO 4.5 In una gara facile facile nel finale perde la bussola. Prima dà un rigore che non c'è poi non ne dà uno che c'è.