Il Genoa riduce il passivo da 11 a 3 milioni di euro

I conti economici del Genoa migliorano. Il bilancio al 30 giugno scorso, stagione culminata con il ritorno in A, è stato aprovato all’unanimità con una perdita di 3 milioni e 720 mila euro, ma l’anno passato il deficit era di oltre undici milioni. Inoltre nell’anno della promozione di due anni fa, poi revocata, il Grifone aveva avuto un passivo di circa 15 milioni di euro. Conti in rosso ma il trend è positivo considerato che gli introiti nel campionato in corso sono di molto superiori al passato e che il mercato estivo ha avuto il segno più per circa 4 milioni e mezzo. Il presidente Enrico Preziosi, assente all’assemblea degli azionisti che si è tenuto in un albergo genovese, nei giorni scorsi aveva immesso denaro fresco per circa 500 mila euro e ha già fatto sapere di ricapitalizzare il patrimonio sociale alla fine di gennaio. Inoltre è stato nominato un nuovo consigliere di amministrazione che si aggiunge a Preziosi, Pastorello, Blondet e Zarbano: si tratta di Luca Barabino ed è espressione della quota da oggi spettante alla Fondazione Genoa nel cda rossoblù.
Intanto la squadra è pronta a sfidare la Roma, che sarà senza Totti, domani al Ferraris. Gasperini: «Loro sono forti, ma se noi faremo una gara coraggiosa potremo centrare finalmente un risultato importante anche contro una grande del campionato».