Il Genoa ritrova il bomber Lopez e la parola dopo il silenzio stampa

Luca Russo

Domani in casa rossoblù si tornerà a parlare. Un evento che arriva dopo un lungo silenzio iniziato a gennaio per la vicenda Lopez e non più interrotto forse anche per scaramanzia. Romperaà gli indugi Giovanni Vavassori alla guida di una squadra che a gennaio è cambiata molto e che però sul campo, complici rinvi e pause, non ha ancora sperimentato tutta la sua forza. Un ritorno alla parola che coincide con il ritorno in campo dopo lo stop. Sicuramente questi tredici giorni di pausa sono serviti ad amalgamare il vecchio con il nuovo e giorno dopo giorno la presenza di Lopez al centro dell'attacco rossoblù sta diventando una certezza in vista dell'incontro di domenica con la Salernitana. Intanto il caso Pavia sembra aver fatto scuola: dopo il vertice convocato alla Spezia, nei giorni scorsi si è tenuto un altro incontro a Busto Arstizio dove il Genoa giocherà il 5 marzo. Le autorità locali hanno disposto che l'incontro si giochi regolarmente allo stadio Carlo Speroni. A Genova dovrebbero essere inviati tanti biglietti, quanti ne prevede la capienza del settore ospiti (750). A questo punto si attende un vertice anche a Lumezzane dove il Genoa dovrebbe giocare il 9 aprile mentre domani il consiglio di Lega dovrebbe finalmente decidere la giornata del recupero di Pavia-Genoa.