Il Genoa segna tre gol ma decisivi sono i difensori

A Treviso si interrompe la serie negativa e il Grifone, anche se non convince, riprende a volare

Luca Russo

Vince, non convince, ma resta agganciato al treno che conta ed infrange un tabù. Il Genoa esce per la prima volta dallo stadio Tenni con i pugni alzati del vincitore pur consapevole di aver disputato una partita dai due volti: primo tempo inguardabile, ripresa in crescita e agevolata dalle tre espulsioni (Quadrini, Fava e Valdez) del Treviso. Finisce 3-2 per i rossoblù e alla fine risultano decisivi i difensori nella buona e nella cattiva sorte. Nella buona perché i primi due gol, al 2' De Rosa e al 11' Criscito nella ripresa, arrivano da quel reparto, e nella cattiva perché i due gol veneti e tante altre giocate della squadra di Ezio Rossi vengono partorite da errori della difesa. «Non è stata sicuramente la nostra miglior prestazione - ha dichiarato mister Gasperini a fine partita - ma è comunque una vittoria importante in questo momento dobbiamo badare al sodo».
BARASSO 6.5 Non ha grosse colpe sui gol. È reattivo e su un intervento alla fine del primo tempo si infortuna, ma resta in campo. Ad inizio ripresa salva il possibile 2-0 per il Treviso. All'uscita di Bega, diventa lui il capitano ed è un segnale per tutti.
BEGA 5 Quadrini gli va sempre via eppure non è Nedved. Quando il giovane centrocampista si fa espellere respira. Sembra un altro rispetto alla bella prova con la Juve. (Dal 35' st Pedro Lopez sv).
DE ROSA 6 Determinante ad inizio ripresa quando raccoglie la respinta di Avramov su colpo di testa di Criscito e segna. Terzo gol in campionato per lui. Meglio come regista arretrato (vedi secondo tempo) che come difensore.
CRISCITO 6.5 Non chiude sul primo gol del Treviso, Greco non marca Valdez e l'ennesima frittata su calcio da fermo è servita. Si fa perdonare ad inizio ripresa con il colpo di testa sul quale nasce il gol. Poi segna su un rimpallo maturato da un intervento errato di Cottafava.
JURIC 5.5 Se non spinge dovrebbe coprire e invece…Migliora quando torna a sinistra prima come esterno poi come terzino puro.
COPPOLA 5.5 Come dichiara Gasperini lascia parecchi buchi a centrocampo. Nella ripresa cresce un po' e l'inferiorità numerica del Treviso lo aiuta.
LONGO 5 È lui a commettere il fallo ai limiti dell'area dal quale scaturisce la punizione del 2-1 veneto. Ha problemi fisici (alla coscia destra) e di durata. (Dal 17'st Diogo Tavares 6 Schiaccia di testa su un corner. Lottatore).
FABIANO sv Esce quasi subito per un sospetto stiramento alla coscia sinistra. Ingiudicabile. (Dal 18'pt Rossi 5 Viene ammonito per simulazione dopo che viene toccato all'ingresso in area veneta. I fastidi alla caviglia lo limitano e nell'ultimo minuto di recupero sul 3-2 si fa espellere per una reazione sciocca e inutile che gli impedirà di scendere in campo con il Frosinone).
ADAILTON 6 Sbaglia lo sbagliabile. Gira troppo al largo. Nella ripresa ci prova con una conclusione. Dai suoi piedi partono però i calci da fermo sui quali maturano i tre gol.
GRECO 5.5 Lotta, ma conferma di non aver più gli spunti di inizio stagione. Adailton lo serve davanti ad Avramov, ma viene fermato da un fuori gioco dubbio sul quale lui però calcia su Avramov.
BOTTA 6.5 Al 37' della ripresa chiude gli occhi e tira dalla distanza, c'è una deviazione e arriva il definitivo vantaggio rossoblu. Il suo primo gol stagionale pesa come un macigno. Non si arrende mai.
All. GASPERINI 6 Gli episodi giocano alla fine a suo favore.
Arbitro MARELLI 5 Umorale.