Genoa senza argentini ma con Barasso

Luca Russo

A tre giorni dalla prima sgambata il Genoa torna in campo. Oggi alle 18 a Kufstein, cittadina ad un'ora di distanza da Neustift, il gruppo di Gasperini affronta la squadra locale che milita nel campionato di serie C austriaca. Per il tecnico di Grugliasco è l'occasione per trovare le prime conferme, i primi segnali di automatismi che stanno crescendo giorno dopo giorno. Ma è anche la possibilità per testare alternative al gioco proposto nella prima uscita. Da quanto lasciato intendere dall'allenatore rossoblù le formazioni che verranno proposte nei due tempi non saranno le stesse viste a Neustift. Intanto tra i pali si vedrà all'opera Barasso, il portiere sul quale lo staff tecnico sembra aver deciso di puntare per la prossima stagione e che si è completamente ristabilito dal problema alla schiena che lo aveva bloccato nei giorni scorsi. Non solo. A centrocampo Coppola potrebbe dare il cambio a Rimoldi mentre altre novità potrebbero arrivare dal reparto offensivo. L'argentino Rios infatti è in forte dubbio dopo che ieri è stato costretto a lavorare a parte per un'infiammazione mentre il resto della truppa è sceso in campo per due sedute, una atletica l'altra tattica. Incertezza anche sulll'impiego di Aurelio alle prese con una leggera botta. Precauzioni in un momento della stagione dove è fondamentale avere tutto il gruppo a disposizione per gettare le fondamenta di una annata che si annuncia lunga. Chi dovrebbe invece fare il suo esordio stagionale è quel Grabbi che alla fine dello scorso campionato sembrava avere deciso di chiudere con il calcio e che invece dopo le pressioni del presidente ha deciso di rimanere.
A Kufstein, dove ci sarà Fabrizio Preziosi che ieri ha raggiunto la squadra in ritiro, è atteso anche un pullman di tifosi che partirà proprio da Neustift. Non sembra però ci siano i presupposti per una situazione simile a quella di sabato quando si è palesata una spaccatura all'interno della tifoseria tra pro e contro Preziosi dopo l'esposizione di uno striscione avverso al massimo dirigente rossoblù.
Tensione invece ieri mattina a Genova dove di buon mattino un gruppo di tifosi si è presentato davanti ai cancelli della biglietteria di corso De Stefanis per cercare di conquistare le ultime tessere di Gradinata Nord. In realtà, a parte alcune richieste rimaste inevase, il settore più ambito è andato esaurito in prelazione. Da ieri è infatti iniziata la vendita libera per tutti gli altri settori che proseguirà fino a sabato prossimo, 29 luglio, con i consueti orari (8.30 - 12.30; 15.00 - 19.00).
Mercato. Prosegue il lavoro del presidente Preziosi per chiudere la trattativa per l'acquisto di Figueroa. Intanto nei prossimi giorni dal Paraguay è atteso un nuovo giocatore. Mentre Lopez ha rescisso ufficialmente il contratto con il Genoa, sta per vestire il rossoblù Jorge Britez, centrocampista di 25 anni di passaporto spagnolo, che nell'ultima stagione ha militato nel Nacional di Montevideo. Il sudamericano dovrebbe aggregarsi al gruppo la settimana prossima quando la preparazione si sposterà dall'Austria ad Acqui Terme.