Genoa spento, Tedesco e Rossi non bastano

Francesco Gambaro

Gazzoli: voto 7. Gli uomini del Pice dalle sue parti arrivano di rado. A parte un paio di buone uscite, la serata del numero 1 rossoblù nel primo tempo scorre via senza infamia e senza lode. Salva il risultato nella ripresa negando un gol già fatto al neo entrato Coralli. Provvidenziale.
Ambrogioni: voto 5. Non è Lamacchi e si vede. Spinge poco sulla sua fascia, limitandosi a un grigio lavoro di copertura. Cercasi fluidificante disperatamente. Da rivedere.
Bacis: voto 6,5. Il turbante gli conferisce autorevolezza. Con Stellini c’è già una buona intesa. Può crescere ancora come tutta la squadra. Nella ripresa sfiora il gol che per abnegazione forse avrebbe meritato. In crescita.
Stellini: voto 6. Ha bisogno di giocare per ritornare in forma. Dirige la difesa con discreta sicurezza, senza fronzoli e finezze. Unica pecca: la dormita collettiva sull'incursione di Coralli. Sufficiente.
De Angelis: voto 6,5. Se sulla destra non cresce più l’erba, sulla sinistra va un po’ meglio. Spinge e punge con una certa continuità. Da limare l’intesa con Rimoldi. Vicino al gol al 18 del primo tempo. Discreto.
Rossi: voto 7. Il più vivace dei rossoblù, e lo si sapeva. È una spina costante nel fianco della retroguardia ospite. Cerca la via del gol in tutti i modi. Poco assistito da Ambrogioni, svaria su tutto il fronte d’attacco. Sfortunato.
Tedesco: voto 6,5. Capitan Buonavoglia sfiora il bis dopo il gol di Ravenna. Ma la traversa gli dice no. Siamo al minuto numero 11. Resterà l’occasione più nitida per gli uomini di Vavassori in tutta la partita. Generoso.
Coppola: voto 6. Un mastino in mezzo al campo. Sfiora la marcatura al 7 del secondo tempo. Ha buona personalità, ma talvolta difetta di precisione. Da affinare l’intesa con capitan Tedesco.
Rimoldi: voto 6. Avrebbe tutti i numeri per rappresentare l’arma in più del Genoa, ma va a corrente alternata. Luci e ombre. Svaria su tutto il fronte d’attacco, però è troppo nervoso e sul finale rischia anche il rosso.
Zaniolo: voto 5. La grande delusione della serata. Da lui ci si aspettano i gol, non tira mai in porta. Esce nella ripresa. Da rivedere.
Minetti: voto 5. Condivide con Igor Zaniolo la palma del meno convincente della serata. Pochi guizzi e tanto fumo. Sostituito nel secondo tempo. Insufficiente.
Greco e Sinigaglia s.v. Portano vivacità nella ripresa. Fossero entrati prima, chissà...
Vavassori: voto 6. Le prova tutte per scardinare la muraglia della difesa ospite. Tardive le sostituzioni di Zaniolo e Minetti. Ha tante attenuanti, ma il tempo stringe.
Velotto: voto 6. Pochi fischi e pochi cartellini. Non incide sul risultato. Sufficiente.
Tifosi: voto 7. Festeggiano il 112° compleanno del vecchio Grifone e trasferiscono la Gradinata Nord nella Curva Maratona. Meriterebbero qualcosa in più. Pioggia di fischi a fine gara. Sacrosanti.