Il Genoa sposta il campionato di C

Luca Russo

Per sapere quando verrà recuperata la partita tra Pavia e Genoa bisognerà attendere ancora un giorno. Domani infatti a Firenze si riunirà straordinariamente il consiglio della Lega di serie C convocato d'urgenza dal presidente Mario Macalli dopo l'incredibile rinvio: si parla dell'inizio di marzo ad Olimpiadi concluse. «Non escludo una protesta clamorosa come quella di bloccare il campionato» aveva tuonato il massimo dirigente della serie C che ora sarà chiamato a districare un'altra questione: quella di domenica 15 aprile. Una data apparentemente come le altre, ma che invece al Ferraris dovrebbe proporre due partite: quella di serie A tra Sampdoria e Parma e quella di serie C tra Genoa e Monza. E così, visto che si tratta della quart'ultima del campionato di C nella quale da regolamento deve essere garantita la concomitanza degli incontri, tutta la giornata potrebbe subire un trasloco a sabato 14.
Si tratterebbe dell'ennesima anomalia di un calendario nato male. La squadra tornerà nel pomeriggio di oggi ad allenarsi a Pegli dopo una domenica diversa trascorsa al Pio e non al Fortunati. Intanto ieri Caccia e Mamede hanno tenuto a battesimo una bella iniziativa dell'associazione benefica «Ale Mante Friends»: l'inaugurazione di un parco gioco e di un furgone della Croce Rossa a disposizione dei bimbi assistiti e in cura al Gaslini.
Intanto il senatore Franco Servello, dopo il rinvio della partita tra Pavia e Genoa del 19 febbraio ha chiesto al Ministro dell’Interno di «verificare le motivazioni che hanno spinto l’Osservatorio Nazionale sulle Manifestazioni sportive ad ammettere una valutazione così negativa e di conoscere quando sarà possibile disputare l’incontro».