Il Genoa torna a ballare il valzer delle punte

Balotelli al City scatena il valzer delle punte. SuperMario sta per firmare con il Manchester di Mancini che lo vorrebbe già in campo nel weekend contro il Tottenham. Ieri incontro decisivo: nelle casse dell'Inter finiranno 28 milioni, 5 dei quali verranno girati al Genoa per Sculli. Beppe gol parte. Chi arriva al suo posto? Giovani Dos Santos è un pallino di Preziosi, Julio Baptista è un nome gradito a Gasperini per la sua duttilità (centrale o esterno), Ibrahim Afellay, fantasista olandese di origini marocchine in forze al Psv, è l'ultima suggestione. Oggi potrebbe essere la giornata di Emiliano Insua: dentro o fuori. Il terzino del Liverpool, rientrato dall'impegno con la sua Nazionale (19 minuti in campo al posto di Heinze contro l'Irlanda), ha sparato alto: 1,4 milioni. Preziosi farà l'ultimo rilancio. L'arrivo di Insua è collegato alla partenza di Bocchetti. Dopo Milan e Juve ora spunta anche il Napoli, dove gioca Santacroce. Scambio in vista? Il rifiuto di Vanden Borre al Portsmouth non frena l'arrivo di Boateng al Milan via Genoa. Mentre impazza il mercato, tutto è pronto per il debutto stagionale del Genoa a Marassi stasera (20.45) nel trofeo Spagnolo contro l'Athletic Bilbao. Sarà l'occasione per vedere all'opera tutti i nuovi: Eduardo, Chico, Veloso, Zuculini, Rafinha, Rudolf, Toni, Destro e Ranocchia. Che sta tornando ai livelli dell'anno scorso: mercoledì sera nell'amichevole con la Danimarca il difensore a metà con l'Inter è stato il migliore della nazionale di Casiraghi, colpendo una traversa e segnando il gol del 2-2. L'altro rossoblù, Mattia Perin, ha giocato gli ultimi 10 minuti.