Genoa, trasferta a rischio per sciopero dei treni

La fascia sinistra domani all'Olimpico sarà ancora sua. Fabiano ha completamente recuperato dall'infortunio e ieri nel centro sportivo romano dove la squadra si è allenata ha disputato la partitella nove contro nove senza alcun problema. Sembra anche confermato il debutto di Domenico Criscito che giovedì in allenamento aveva preoccupato tutti per una brutta botta al naso. Buone notizie dunque dal gruppo rossoblù, ma a tenere tutti sulla corda ci pensa il romano e romanista Cesare Bovo. Per lui l'incontro con i biancazzurri sarà un po' come un derby. «A loro mancheranno sicuramente De Silvestri, Ledesma e Siviglia squalificati - ha sottolineato - ma non credo che le assenze influiranno sul rendimento della squadra biancoceleste. Hanno una rosa ampia, giocatori di qualità. La forza della Lazio non va ricercata nei singoli giocatori, alcuni davvero grandissimi, bensì nel gruppo». E Bovo ne sa qualcosa visto che ha avuto come tecnico a Lecce l'attuale allenatore della Lazio Delio Rossi. «Sarà la prima gara del 2008 e ci teniamo a partire con il piede giusto - ha aggiunto - Sarà importante sprecare il meno possibile. Finora abbiamo perso qualche occasione, un paio di punti in più ci avrebbero fatto comodo». Lazio-Genoa sarà diretta da Nicola Stefanini di Prato mentre sugli spalti sono attesi quasi mille tifosi in arrivo da Genova su treno, pullman e auto private. Anche se uno sciopero dei ferrovieri indetto per domani da un sindacato autonomo, per il quale si prevede la chiusura delle biglietterie nelle stazioni genovesi, mette in pericolo la trasferta. Ancora in stand by, intanto il mercato. La strategia adottata sembra essere quella di puntare prima a sfoltire la rosa e poi ad assestare i colpi finali dopo gli arrivi di Criscito e Masiero. Coppola sembra sempre più vicino al Mantova mentre il Catania si è fatto sotto per Papa Waigo. Il Bologna invece attende che il prezzo di Di Vaio scenda per fare la mossa decisiva. La settimana prossima dovrebbe essere risolutiva in tal senso consentendo poi così di spostarsi sul mercato in entrata che potrebbero riservare colpi di scena. Da Torino sponda Juve sembra infatti che la dirigenza bianconera abbia cambiato parere su Marchionni e stia pensando ad una sua cessione prestito proprio al Genoa. Dal Brasile riprende quota Wilson.