Il Genoa troverà a Salerno 28mila spettatori

Luca Russo

Almeno 28mila spettatori. Dovrebbe essere questa la cornice di pubblico che domenica 28 maggio potrebbe accogliere il Genoa nel turno di andata delle semifinali play off contro la Salernitana.
Ieri la Commissione di Vigilanza Pubblici Spettacoli di Salerno ha espresso un primo orientamento positivo, in merito al ventilato ampliamento della capienza allo Stadio. La Commissione avrebbe infatti ravvisato la possibilità, nel contesto delle prescrizioni legislative vigenti, di posticipare alla stagione 2006/07 la messa a norma dell'impianto, secondo quanto impone il decreto Pisanu. Nel caso che l'operazione andasse in porto, nonostante alcune oggettive difficoltà, la capienza dell'Arechi passerebbe dall'attuale 9.900 a 28mila.
Intanto a Pegli è stato il primo giorno di certezze. Finalmente la squadra si è allenata sapendo chi sarà la sua avversaria. Salernitana ostica si è detto, ma a Pegli la notizia è stata accolta senza battere ciglio. È il Genoa che ha in mano la sua promozione, è il Genoa che deve fare la partita. Il gruppo è in crescita e anche Stellini alle prese con un piccolo fastidio sembra destinato a rientrare in gruppo. Infine una notizia che riguarda i dati degli spettatori. In base ai dati di affluenza pubblicati sul sito www.C1siamo.net, il Genoa è la società che vanta di gran lunga il maggior numero di presenze nel girone A, con una media-spettatori a gara di oltre 17mila e 500. Più di tre volte tanto, rispetto alla seconda classificata. Allargando lo spettro di osservazione al girone B, è il Napoli a svettare con 23.728 a partita.