Il Genoa va in svantaggio poi Toni scatena la rimonta

Lecce Lo stadio di Via del Mare non è più il fortino inespugnabile di inizio stagione. Al gol del «talismano» Edward Ofere al 45’ del primo tempo ha risposto la valanga genoana: prima il colpo di testa di Luca Toni (99ª rete in A), poi quello di Ranocchia in mezzo a una difesa leccese immobile, infine il tocco facile facile di Marco Rossi al quarto minuto di recupero. Il Lecce resta la squadra «colabrodo» del campionato (31 i gol già incassati) e alla fine subisce anche i fischi dei propri tifosi. Ma dopo il ko con i Grifoni, il presidente Semeraro ha confermato De Canio sulla panchina: «Questo è il momento di restare ancora più uniti, altrimenti non usciamo da questa situazione».