La Genova barocca nel quadro donato

Sarà il quadro dipinto dall’artista greco Giorgio Oikonomoy il regalo che la Curia Arcivescovile di Genova offrirà al Santo Padre domenica mattina al Santuario della Guardia. Si tratta di un ritratto a olio su tela (1,30 x 1,50) che interpreta la visita del Papa nel capoluogo ligure. Benedetto XVI viene ripreso in preghiera davanti alla statua della Madonna dell’Oratorio di San Filippo Neri in un tutt’uno creato apposta. Genova, la sua luce e la sua operosità, sono rappresentate dalla scura linea sottile che separa le due parti del dipinto dalla foglia d’oro che atornia il cielo e diventa il contorno del volto della Madonna.
«Il punto centrale del ritratto sta nelle mani intrecciate di Benedetto XVI e dall’intreccio delle vesti della statua della Vergine - racconta Oikonomoy- che stanno ad indicare la drammaticità delle problematiche del mondo, su cui il Papa prega». Nel dipinto è ripreso anche il Santuario della Guardia rappresentato dal vento che «alza» la cappa della veste del Pontefice. «Il dipinto -spiega l’autore- rappresenta la continuità barocca, espressione artistica più nobile di Genova».