Genova capitale dei consoli onorari

La nomina è partita il 7 settembre, ma è arrivata a destinazione lunedì scorso, dopo la normale, complessa trafila burocratico-amministrativa che ha coinvolto il nostro Ministero degli Esteri. Infine, l’annuncio ufficiale: il principe Cesare Castelbarco Albani, imprenditore nel campo dello shipping, già presidente della Filse e oggi al vertice dell’Agenzia marittima Prosper che cura gli interessi di primarie compagnie di navigazione dell’Estremo Oriente, è stato designato console onorario del Lussemburgo.
In questo ambito, le autorità del Principato gli hanno affidato l’incarico di rappresentare il Paese in tutto il territorio della Liguria per quanto riguarda, in particolare, le prospettive commerciali, finanziarie, culturali e turistiche. «Onori e oneri» che Castelbarco Albani ha accolto subito - ci tiene a sottolineare - con grande disponibilità e impegno, nella prospettiva di contribuire allo sviluppo dei rapporti fra le due comunità. «Mi piace considerare questa nomina - spiega il nuovo console onorario, che elegge a sede diplomatica i locali della Prosper in via D’Annunzio 2 - come un segno di attenzione e di fiducia del Lussemburgo nei confronti di Genova e della Liguria. Non dimentichiamo che il Principato è sede-head office, fra l’altro, della Banca europea degli investimenti e di numerose altre istituzioni finanziarie internazionali, dunque una “piazza“ di grande importanza, praticamente al secondo posto a livello mondiale, con cui è assolutamente fondamentale stabilire e conservare un collegamento non episodico».
L’intenzione di Castelbarco Albani è comunque quella di interpretare il ruolo in maniera «attiva», partecipativa: «Va bene il mio compiacimento per la nomina - insiste -, ma questo deve significare solo l’inizio di un itinerario che voglio percorrere con impegno e disponibilità, a partire proprio dai settori commerciali, finanziari e turistico-culturali che sono alla base del comune interesse».
Lussemburgo ad esempio, ricorda ancora Castelbarco Albani, per quanto riguarda il settore del trasporto merci ha un importante aeroporto «hub» (punto di riferimento su cui convergono e da cui si dipartono le linee di traffico): «Proprio questa posizione strategica dal punto di vista logistico - conclude l’ex presidente della Filse che è da sempre personalità discreta e molto ascoltata nei salotti buoni dell’economia e della finanza - rappresenta un evidente interesse per Genova e per imprenditori e istituzioni che ne hanno a cuore lo sviluppo. Lavorerò per questo». La scelta del Lussemburgo che riguarda Castelbarco arriva a pochi giorni di distanza dalla nomina di Michele Scandroglio a console onorario di Bulgaria: un fiorire, dunque, di iniziative e legami internazionali che - riconoscono gli operatori economici locali - contribuiscono a inserire di nuovo Genova e la Liguria nel cuore del mercato globale.