Genova capitale dell’alta tecnologia

Siemens e Microsoft annunciano la nascita a Genova di un centro d’eccellenza europeo che vedrà i due gruppi impegnati in partnership nello sviluppo di software per l'ottimizzazione dei processi produttivi, una nicchia di mercato ad alta potenzialità di crescita. Alla presentazione dell'iniziativa, ieri a Palazzo Ducale, hanno partecipato, fra gli altri, il ministro delle Attività produttive Claudio Scajola, il presidente della Regione Claudio Burlando, l'amministratore delegato di Siemens Vincenzo Giori, il direttore del settore industria manifatturiera di Microsoft Emea, Lorenzo Pengo, e il direttore divisione Enterprise e partner group di Microsoft Italia Mario Derba, tutti solidali nell’indicare Genova capitale dell’hi tech. In questa prospettiva, il nuovo centro si caratterizza come polo di riferimento europeo per i sistemi Mes (Manufacturing Executing Systems), software per la gestione intelligente degli impianti di automazione, con la missione di supportare le aziende manifatturiere nell’integrazione dell'ambiente produttivo con la totalità dei processi dell'impresa. In altre parole, grazie alle soluzioni sviluppate dal centro, le aziende potranno disporre di un unico flusso di informazioni in grado di risolvere problemi legati alla produzione, specifici per ogni mercato. Il centro sarà strutturato come un laboratorio di eccellenza dove imprese e società di consulenza possono accedere alle soluzioni e alle tecnologie più avanzate e sarà inizialmente costituito da un nucleo di 20-25 ricercatori.
Tra gli obiettivi del nuovo polo, secondo centro di competenza a livello mondiale che Microsoft realizza nel settore manifatturiero con un partner, c'è quello di realizzare workshop di approfondimento e seminari che coinvolgeranno anche clienti finali, università e istituti di ricerca. «La nascita del nuovo centro - ha spiegato Giori - rafforza la presenza del nostro gruppo a Genova, confermando alla sede ligure il ruolo di quartier generale mondiale per i sistemi Mes, e portando ad oltre 500 unità il numero degli addetti, di cui 250 impegnati nelle attività di ricerca e sviluppo». Dal canto suo, Derba ha sottolineato che «Microsoft, partner internazionale di Siemens nel settore manifatturiero da oltre 15 anni, collaborerà nel centro di eccellenza genovese mettendo in campo tutte le competenze tecnologiche con l'obiettivo di realizzare soluzioni sempre più innovative». Il ministro Scajola ha ricordato che «Genova si sta qualificando come città della ricerca. L'Iit, istituto italiano dell’alta tecnologia è il simbolo dell'intenzione di questo Paese di aprirsi all'innovazione e alla ricerca. Credo che anche da questo nasca l'attenzione che Siemens e Microsoft hanno avuto per il capoluogo ligure. Perché quando si individua un filone, dove le istituzioni, governo, Regione, e enti locali fanno sinergia, il filone diventa prolifico». In margine all’incontro, Burlando ha annunciato la scelta del professor Ezio Andreta per l'incarico di presidente del distretto tecnologico «Società per i sistemi intelligenti integrati» che avrà sede a Morego, dove sorgerà anche l'Iit.