Genova capitale della fisica Domani Zichichi apre i lavori

I fisici di tutta Italia si danno appuntamento. Dove? In quella che ormai sta diventando una città riferimento per la Scienza: Genova. E non parliamo solo delle manifestazioni divulgative (come il Festival della Scienza o le iniziative di Matefitness, la palestra della Matematica di Palazzo Ducale), ma anche dei convegni degli scienziati con la S maiuscola. L'anno scorso c'erano stati quello mondiale di Fisica Statistica seguito a ruota da quello sulle Nanoscienze. Ora è la volta della più prestigiosa istituzione italiana inerente la Fisica: la Sif (Società italiana di fisica).
Il Congresso Nazionale vedrà radunati in questa settimana che si apre, nella città della Lanterna, circa 600 Fisici italiani: sarà l'occasione per una comunità scientifica sempre più settorializzata e separata in molti ambiti e diverse discipline, per ritrovare se stessa e fare unità.
Oggi la Fisica sviluppa le sue ricerche tra fisica della materia (riguardante la cosiddetta «materia condensata»); astrofisica e fisica cosmica; geofisica e fisica dell'ambiente (le applicazioni sono dirette e immediate, dalla Fisica dell'Atmosfera); biofisica e fisica medica (immense le applicazioni che stanno rivoluzionando il mondo della sanità e non ci si limiti alla sola risonanza magnetica!); fisica applicata (il mondo dell'elettronica fa qui da padrone); fisica per i beni culturali (un settore nuovo nato negli ultimi anni grazie all'affiancarsi delle tecniche chimiche tradizionali alle nuove tecniche di indagine atomica che trovano il loro fondamento nella Fisica quantistica); fisica generale.
Nell'ambito di questi 6 giorni, ci sarà spazio anche per iniziative di interesse pubblico, come l'assegnazione del premio «Enrico Fermi» al socio che maggiormente si è distinto nell'ultimo anno per le sue scoperte, cui si affianca anche il premio per la Storia della Fisica, quest'anno assegnato a Nadia Robotti di Genova e Francesco Guerra di Roma per il loro libro su Ettore Majorana (edito dalla Normale di Pisa nel 2008). Senza dimenticare che è proprio di questi giorni la notizia che lo spezzino Sergio Bertolucci è stato nominato all’unanimità direttore della Ricerca del Cern di Ginevra.
Da non perdere pure i seguenti tre appuntamenti: la tavola rotonda sull'Energia cui parteciperà anche il ministro per lo Sviluppo Economico Claudio Scajola (affiancato da Giuseppe Zampini, amministratore delegato Ansaldo Energia; Luigi Paganetto, presidente Enea; Gianfilippo Mancini, direttore Divisione generazione ed Energy management Enel e Giovanni Ricco, Incaricato Infn Settore energia nucleare, sotto la moderazione di Antonino Zichichi, presidente Centro Fermi) fissata per giovedì 25 alle ore 15 nell'Aula Magna del Dipartimento di Fisica. Secondo: il discorso di chiusura sulle nanotecnologie nei sistemi viventi che terrà il professor Roberto Cingolani a Palazzo Tursi alle ore 15 di venerdì 26.
E, ultimo ma primo in ordine cronologico, il discorso inaugurale di Antonio Zichichi (domani mattina alle 10 a Palazzo Ducale) che sarà incentrato sui 40 anni della Eps (European physical society) e alla figura di Gilberto Bernardini (1906-1995).