Genova e Barletta insieme a teatro

Cos’è che unisce Genova, la città della lanterna, e Barletta, la cittadina pugliese passata alla storia per la celebre disfida? Di questi tempi un filo unico, sottile ma resistentissimo c’è: si è infatti instaurata una sorta di gemellaggio culturale grazie ad un uomo di teatro che a Genova è cresciuto, si è formato e da tempo fa conoscere il suo nome a livello europeo. Parliamo del regista e organizzatore teatrale Sergio Maifredi che da quest’anno è anche direttore artistico del Teatro Curci di Barletta.
Maifredi, lo ricordiamo, è attualmente direttore di Teatri Possibili Liguria nonché presidente del circuito nazionale Teatri Possibili, ed ha al suo attivo un premio come miglior regia 2008 conferitogli dall’Associazione Nazionale Critici di Teatro, il premio Regione Liguria per lo spettacolo 2008 e il premio La Stampa Festival mare 2008.
E da un paese dove si è svolta la cavalleresca disfida, gli è stata lanciata la sfida di assumere l’incarico di direttore del «Curci». Maifredi, uomo di talento aperto a tutte le novità, ha accettato con entusiasmo. Subito al lavoro, ecco che adesso siamo all’inizio della sua prima stagione pugliese.
Un debutto al sapore di pesto, dal momento che gli ingredienti made in Genova saranno moltissimi. A partire dal protagonista del concerto inaugurale, tal Gino Paoli, che non può prescindere dal sapore di mare, del nostro mare. Una serata, insomma che vuole essere un saluto di Genova e della genovesità al Teatro Curci e a tutta la Puglia. Tanto più che saranno in sala, in un abbraccio al teatro e a sostenre la cutura e le scelte professionali e artistiche di Maifredi, il senatore Enrico Musso, il presidente dell’Eti e sovrintendete del Teatro Carlo Felice Giuseppe Ferrrazza e Antonello Pischedda, maestro e amico di sempre, senatore e membro del Ministero dello Spettacolo. Genova e Barletta insieme, per un nuovo modo di fare teatro: innovazione, senza rivoluzione.