A Genova l’autore del Paziente inglese

Una lunga notte dedicata a versi e rime e la ricostruzione del Bloomsday raccontato da Joyce nel suo Ulisse; ospiti internazionali, da Michael Ondaatje, autore del romanzo «Il paziente inglese», al cantautore giamaicano Linton Kwesi Johnson, al poeta genovese Edoardo Sanguineti. E, come ogni anno, concerti, letture, performance. È il Festival Internazionale di Poesia di Genova, in programma dal 15 al 22 giugno. Tra gli ospiti attesi a Genova ci sono anche il poeta russo Evgenij Evtuchenko, David Riondino, Patrizia Cavalli, Alberto Bellocchio. Fra le retrospettive l'attenzione sarà focalizzata sulla fotografa Tina Modotti. Si rinnova così per il dodicesimo anno l'appuntamento con il Festival Internazionale di Poesia di Genova, organizzato da Circolo Viaggiatori nel tempo, Comune, Provincia, Regione e Palazzo Ducale con il sostegno della Fondazione Carige e di alcuni partner privati. «Il titolo della rassegna quest'anno è “Parole spalancate” - hanno spiegato i promotori - e gioca sul duplice significato di apertura e di senza soldi, con riferimento al termine palanche (che in genovese significa appunto soldi) e alla mancanza di fondi che rischia di mortificare iniziative come questa». Ogni giorno, il cortile Maggiore di Palazzo Ducale e altri suggestivi angoli del centro storico diventeranno palcoscenico per spettacoli, incontri e visite guidate attraverso i percorsi poetici, per un totale di 70 eventi gratuiti.