Genova mette a punto il vaccino anti-aviaria

Il vaccino contro l'influenza aviaria è pronto. È stato battezzato Focetria. È composto da antigeni derivati dal virus H5N1 e dall'adiuvante MF59 che ne potenziano l'effetto. È stato realizzato con la sperimentazione all'università di Genova. Non ha controindicazioni, salvo quelle normali degli altri comuni vaccini antinfluenzali. Si può somministrare a bimbi, adulti e anziani indifferentemente. Tra i primi, a iniettarselo, è stato il mese scorso Pietro Crovari, il luminare genovese coordinatore del Comitato scientifico influenza e pandemie del centro controllo malattie del ministero della Salute. La dose, che costa una decina di euro al servizio sanitario nazionale e una quindicina di euro in farmacia, dovrebbe essere pronta per il pubblico il prossimo autunno. Gli stati Uniti, dallo stesso produttore italiano, la senese Novartis, ne ha ordinate già 15mila da tenere in stock in caso di pandemia.
«Il vaccino pre pandemico - spiega il docente dell'università genovese Roberto Gasparini - fornisce una buona protezione anche verso gli altri virus della stessa famiglia. Una vaccinazione per pandemia sarebbe indicata per le categorie che dovranno affrontare in prima linea l'emergenza, come gli addetti alla produzione dei vaccini e dei farmaci e gli operatori sanitari. Il vaccino potrebbe ridurre il numero degli individui suscettibili all'infezione e il conseguente costo socio economico della pandemia. Non sappiamo quando scoppierà e come. Sappiamo che c'è un orologio e un ticchettio che continua a battere. Non conosciamo ancora l'ora esatta e quando suonerà la sveglia, ma prima o poi suonerà un'altra volta anche in Europa».
«Attualmente - dice Crovari - siamo in attesa che l'Organizzazione mondiale della sanità fornisca indicazioni sull'inserimento del vaccino pre pandemico nei piani di emergenza pandemia nazionali. Una cosa è indubbia, per la prima volta abbiamo forse a disposizione uno strumento preventivo che potrebbe essere utilizzato in tempi brevi per proteggere la popolazione con evidenti benefici in termini di gestione delle emergenze».
Il ministero della Salute ha predisposto un piano pandemico nazionale. Con il vaccino scoperto a Genova, l'Italia, insieme alla Germania, è l'unico Paese in Europa a disporre di un vaccino pandemico sicuro e già in possesso di tutte le autorizzazioni. Oggi appuntamento, dalle 9, al Ducale per il convegno «Il vaccino influenzale adiuvato con MF59, dieci anni di esperienze».