Genova rinuncia a Hermès

Niente Hermès, siamo genovesi. La storica maison francese del lusso, finita nel mirino del colosso Lvmh, vanta più di 55 negozi nel mondo, dal Faubourg Saint-Honoré alla Cina, ma nel capoluogo ligure proprio non va: tanto che al quartier generale la decisione è già stata presa. A gennaio l’insegna di Hermès a due passi dalla cattedrale di San Lorenzo si spegnerà definitivamente, i fatturati troppo bassi non la giustificano più. Ma le signore genovesi non verseranno una lacrima: e non perché non apprezzino le Kelly o le Birkin - borse-icona del marchio - o i celeberrimi foulard. È solo questione di understatement, che impone di non farsi notare quando si comprano accessori che costano cifre a tre o quattro zeri: quindi, preferiscono fare i loro acquisti nella più anonima Milano, per poi sfoggiarli nelle occasioni mondane. Parigi - intesa come griffe - val bene un viaggio.