Genova s’interroga sul discorso del Papa

L’arcivescovo Angelo Bagnasco e Angelo Campodonico, docente di filosofia morale all’Università di Genova, interveranno questa sera alle 21 ad un convegno pubblico dal titolo «Allargare la ragione» sul discorso di papa Benedetto XVI all’Università di Ratisbona. L’incontro, che si terrà al teatro della Gioventù in via Cesarea, è promosso dal Centro culturale «Charles Péguy» e dall’Associazione«Universitas University».
La lectio magistralis su «Fede, ragione e univesità. Ricordi e riflessioni», tenuta dal Papa lo scorso 12 settembre a Regensburg, ha suscitato tanto scalpore e reazioni anche violente in certi ambienti islamici, ed anche in occidente è stata interpretata in modo equivoco e superficiale. In particolare non sono stati raccolti né compresi i contenuti fondamentali dell’articolato discorso e il suo messaggio centrale: un coraggioso atto di stima per la ragione, da troppo tempo «incarcerata», e l’appello a recuperarne un uso corretto, fondando su questa base il dialogo e la pace; e, insieme, una testimonianza della fede cattolica.
Il centro «Péguy» e «Universitas University» (una libera associazione internazionale di docenti e ricercatori, presente anche nell’Ateneo genovese, che promuove iniziative sui temi della ricerca e della didattica universitaria), intendono con questo incontro contribuire ad una conoscenza e ad un approfondimento delle tematiche proposte dal Papa, in quell’occasione come nel discorso al convegno ecclesiale di Verona e in altri suoi interventi, e raccogliere la sua sfida ad «aprirsi all’ampiezza della ragione» ed «allargare gli spazi della nostra razionalità», nel lavoro intellettuale ma anche nella vita di tutti i giorni. L’autorevole lettura di monsignor Bagnasco e lo sviluppo delle implicazioni culturali da parte del professor Campododonico, presidente della sezione genovese di «Universitas Universiy», costituiranno la base per avviare un confronto leale ed aperto con quella sfida.