Genova sfila a New York sulla quinta strada

Genova torna protagonista delle Celebrazioni Colombiane di New York. A 15 anni dall´ultima presenza, grazie al lavoro avviato dalla Compagnia Portuale Pietro Chiesa, Genova, la città dove Colombo è nato e il porto dove ha appreso i segreti della navigazione, torna protagonista nel programma delle Celebrazioni organizzate dalla Columbus Citizens Foundation a New York. Oltre un milione di persone assisterà domani alla 64° edizione della storica sfilata sulla Fifth Avenue e Genova occuperà un posto d´onore sul Carro d´apertura della Columbus Citizens Foundation.
«La nostra è stata una scommessa sulla città e sul suo Porto - commenta Tirreno Bianchi, Console della Compagnia Pietro Chiesa - abbiamo sentito la necessità di lanciare un segnale forte di responsabilità: molto spesso nella storia millenaria di Genova i valori, la forza ed il coraggio dei lavoratori del Porto hanno consentito di superare momenti di crisi, vincere importanti battaglie per i diritti e le opportunità di tutti i genovesi».
Ricco il programma anche a Genova: alle 10 in piazza Acquaverde deposizione di una corona alla statua di Cristoforo Colombo. Alle 18 nel salone del Maggior Consiglio a Palazzo Ducale inizio delle celebrazioni colombiane: il maestro Trabucco suonerà il «cannone», appartenuto a Nicolò Paganini. L’attore Enrico Campanati leggerà il diario di bordo di Colombo «Finalmente Terra! Lo sbarco».
Seguirà il conferimento dei Premi colombiani alla presenza del senatore Luigi Grillo in rappresentanza del Senato della Repubblica un rappresentante della camera dei Deputati e il ministro Claudio Scajola in rappresentanza del governo. Tra i premi, oltre a quello internazionale della Comunicazioni assegnato a Sita, società legata al trasporto aereo, va segnalata la menzione speciale a Finmeccanica. L’armatore Gianluigi Aponte riceverà la medaglia colombiana per il contributo dato al trasporto marittimo, il premio per lo sport andrà a Vittorio Podestà. Alle 15 dalla casa di Colombo partirà un corteo storico itinerante che toccherà gli antichi chiostri delle Genova del XV secolo e alle 16 sbandieratori «Alfieri delle terre Astesi».