Genova sotto la pioggia potrà vedere Ratzinger sfrecciare in Papamobile

Messa a punto l’organizzazione Treni speciali Mille posti-auto disponibili

Ormai è questione di giorni, e tutto sembra pronto per la vista di Papa Benedetto XVI alle diocesi di Savona- Noli e Genova sabato e domenica prossimi. Ieri l’ultimo vertice in Prefettura a cui ha partecipato anche il capo della Protezione civile Guido Bertolaso per fare il punto sull’organizzazione. Tra le due visite saranno impegnati 900 volontari della Protezione civile, 350 operatori sanitari e un migliaio di operatori cattolici. Ci sarà una probabile, e forse piacevole, novità per i genovesi che potrebbero vedere sfrecciare per le strade della città il Pontefice sulla Papamobile.
Con la pioggia il Papa non decolla. «Le previsioni del tempo per il fine settimana non promettono nulla di buono- ha detto Bertolaso-. In caso di maltempo sarebbero necessari spostamenti alternativi all’elicottero soprattutto per il trasporto da Savona a Genova». Ma nessuna interruzione permamente del traffico sulla A10: «In quel caso l’autostrada chiuderà solo per brevi tratti in corrispondenza con il passaggio del Pontefice». In forse anche lo spostamento della domenica mattina dal Santuario della Guardia al Gaslini.
Spazio aereo interdetto. Sarà vietato volare ai velivoli privati a Genova e sul Santuario della Guardia come durante il vertice G8. I voli di linea non subiranno alcuna variazione.
Genova città sporca. In concomitanza con la visita del Pontefice i lavoratori di Amiu hanno proclamato uno sciopero tra sabato e domenica per rivendicazioni sul contratto nazionale: «Siamo costretti a dichiarare lo stato di agitazione - denunciano i sindacati-. La città rischia di essere invasa dai rifiuti in un momento di straordinaria visibilità ed importanza mondiale». Domenica mattina, dunque, il capoluogo ligure potrebbe accogliere il Papa con la «rumenta» per le strade.
La visita al Gaslini. Il Papa visiterà l’ospedale pediatrico con un tour in auto lungo i viali alberati e fino al cantiere dove è in costruzione il nuovo monoblocco. Per esigenze di ordine pubblico è fatto divieto di accedere all’istituto con le auto, fatta eccezione per i dipendenti in servizio e i familiari che accompagnano i bambini in cura al Gaslini. L’unico ingresso consentito è quello di corso Europa.
Treni speciali. Venti convogli in aggiunta ai 78 ordinari, per 50 mila posti. Le Fs potenziano il servizio nel prossimo fine settimana. I 20 treni navetta straordinari circoleranno nella giornata di domenica: 16 tra Savona e Sestri Levante, 2 tra Acqui Terme e Genova e 2 tra Arquata Scrivia e Genova. Il programma di potenziamento è stato finanziato dalla Curia di Genova.
Posteggi. Gli automobilisti che arriveranno a Genova dalla A10 e dalla A27 dovranno uscire al casello di Genova aeroporto e lasciare l’auto al parcheggio Marina Aeroporto predisposto per 1000 posti auto. Da lì potranno recarsi in città in battello. Per chi proviene invece da A7 o A12 è consigliabile uscire a Genova Est. Corso Italia sarà chiusa al traffico e trasformata in posteggio. I pullmann accederanno al centro città dal casello di Genova est.