Alassio, appeso pupazzo col volto di MussoliniDurante la celebrazione del 25 aprile

Ad Alassio la cerimonia per la celebrazione del 25 aprile non è stata poi così tranquilla. A creare momenti di tensione durante la manifestazione, è stato un pupazzo con il volto di Mussolini appeso ad un lampione nella piazza della cittadina, a ricordo di quello che accadde a piazzale Loreto a Milano quando il cadavere del Duce venne appeso ed esposto in pubblico. Non appena la polizia ha visto il fantoccio, lo ha fatto rimuovere immediatamente ed è riuscita ad identificare gli autori del gesto.
Ma non è finita qui, perché ieri a movimentare in senso polemico la giornata di festa ad Alassio, ci si è messa pure una donna che ha consegnato al commissario prefettizio il testo di «Fischia il vento», testo che fu composto nel settembre del 1943 quando iniziò la Resistenza dal medico ligure Felice Cascione per incitare il movimento partigiano. La canzone era stata inizialmente tolta dalla «colonna sonora» delle celebrazioni di ieri nella cittadina del ponente.