Alluvione, spariti i soldi della colletta dei politici

Il consiglio regionale diventa una farsa. Banchi della giunta deserti mentre si parla degli aiuti mai arrivati agli alluvionati. Ma loro lo stipendio lo prendono

Agli alluvionati, niente. A loro, inteso come componenti della giunta regionale, quasi trecento­mila euro al mese, per lasciare i banchi deserti e non stare neppure a sentire quando si parla di soldi che non arrivano ai liguri che han­no perso tutto nell’inverno scorso. La vergogna va in scena nella sa­la del consiglio regionale. Fuori della porta un cartello annuncia che tre consiglieri/assessori sono in congedo. Il presidente Claudio Burlando, la sua vice Marylin Fu­sco e l’assessore alla Sanità Clau­dio Montaldo hanno altri impegni e presentano la giustificazione. Gli altri in teoria, dovrebbero essere tutti al loro posto. La mattinata tra­scorre invece con le poltrone della giunta completamente deserte.

Gli assessori si presentano a fatica quando proprio devono risponde­re a qualche interr­ogazione e men­tre magari è in corso l’illustrazione del problema, parlottano amabil­mente con qualche consigliere. Tutti, ovviamente, risultano pre­se­nti e a fine mese non avranno de­trazioni sugli stipendi che, somma­ti insieme costano quasi trecento­mila euro alla collettività. Il peggio però arriva quando sono costretti a rendere conto del loro operato. E devono magari ammettere che non sono ancora riusciti a far avere un centesimo ai liguri colpiti dai di­sastri dell’alluvione. Capita ad esempio con l’assessora Renata Briano, incalzata da un’interrogazione che arriva dalla sua stessa maggioranza. Dopo tanti rinvii, è costretta a rendere conto a Maruska Piredda dell’Idv che le chiede perché non sia arrivato ai cittadini un solo centesimo dei milioni raccolti con gli sms solidali attraverso la sottoscrizione di La7 e Corriere della Sera. Del perché, chiedendo agli italiani «un aiuto subito per le popolazioni colpite», sia stato invece deciso su consiglio del commissario straordinario Claudio Burlando, di usare quei soldi per rifare le fognature di Cassana a Borghetto Vara e di mettere in sicurezza un tratto del Fereggiano davanti alla scuola Giovanni XXIII.

L’assessora prende la parola e ripete esattamente quello che aveva appena detto Maruska Piredda, fa la cronistoria degli sms leggendo le carte che le hanno preparato per far finta di non essere impreparata, cita articoli e date delle delibere della Protezione civile. Poi chiosa nel modo più disarmante possibile: «Sì, i soldi non sono stati destinati ai cittadini. Si è preferito usarli per mettere in sicurezza un tratto del Fereggiano, che poi non è neanche una messa in sicurezza. Per quello ci vorrebbe ben altro». Detto questo, ammesso cioè che gli italiani non vedranno i loro soldi destinati allo scopo promesso ma per realizzare opere che dovrebbero essere realizzate con altri fondi, l’assessora può prendere borsa e golfino e lasciare l’aula. Vuota.

L’obolo sparito
Tocca ancora una volta al presidente dell’assemblea, Rosario Monteleone, provare invano a riprendere gli assenteisti. Così come tocca a Monteleone provare a replicare a Edoardo Rixi che chiede perché le sue interrogazioni sui fondi per l’alluvione non vengano mai discusse. Al di là della spiegazione ufficiale, l’imbarazzo della giunta dev’essere notevole. Perché Rixi voleva sapere dove fossero spariti i soldi stanziati per aiutare le popolazioni colpite. «Ho parlato con il sindaco di Brugnato, forse il più devastato dall’alluvione nello Spezzino - tuona il consigliere della Lega -. Mi ha detto che non ha ancora ricevuto un euro. Ma la Regione ha aumentato l’accisa sulla benzina fin da novembre. L’Unione Europea ha promesso soldi. Ma dove sono? Il presidente Burlando è anche commissario straordinario del governo a questa emergenza, ma i sindaci non hanno visto ancora nulla».
E non vale neppure la scusa della burocrazia, che pure sarebbe gravissima. Perché i politici, gli stessi consiglieri e assessori regionali, persino quelli delle passate legislature, hanno versato un contributo volontario per aiutare gli alluvionati. «Come i colleghi ho dato mille euro, soldi versati su un conto corrente dedicato - tuona Rixi -. Le donazioni o altri atti di liberalità effettuati a favore delle collettività liguri, come espressamente previsto, dovevano essere a disposizione senza difficoltà. Ma vorrei sapere dove sono finiti quei soldi. A chi e se sono stati dati». Un atto dovuto nei confronti di politici che, sempre nel mirino della demagogia spicciola, stavolta avevano messo mano al portafoglio per un gesto concreto.

Aula deserta
Finito il caso alluvione e preso atto che i banchi della giunta non si sono mai riempiti, la seduta si è trascinata fino a uno scambio di interventi quasi pepati tra maggioranza e opposizione sulla soppressione del «Centro regionale per la ricerca e l'innovazione». Un ente inutile per il quale però alla fine si è deciso di rinviare a oggi la votazione. Scoccata l’ora del pranzo, i banchi si sono svuotati definitivamente non prima di aver nominato Ivan Pitto, indicato dalla Lega, a componente del consiglio di amministrazione della «Società per Cornigliano». Ci sono cose più importanti che dare una mano agli alluvionati.

Commenti

corto lirazza

Mer, 27/06/2012 - 09:19

perchè? qualcuno ci credeva che questi luridi cani mollassero un pezzetto dell'osso che stanno trangugiando per dare un aiuto a chi quell'osso ha loro donato?

atropo05

Mer, 27/06/2012 - 09:26

Sono spariti i soldi degli alluvionati, come quelli dei terremotati, dei sinistrati di tutte la calamità italiche. Dov' è la n otizia, dove la novità?

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Mer, 27/06/2012 - 09:31

Poi vi lamentate che la Merkel,sia contraria a tenere in piedi "situazioni cicala" di questo genere,laddove nessuno propone una revisione di sana pianta dell'impianto impositivo "ITALIA",ed una drastica riduzione della spesa "pubblica inutile" ed "inefficiente".Poi le Azinde non hanno soldi per competere,innovarsi,assumere manodopera ITALIANA,etc.etc. Per forza,come fi fa ad andare avanti con questi CARROZZONI!

Ritratto di VT52na

VT52na

Mer, 27/06/2012 - 09:55

... siamo alle solite: ... "lo SCHIFO" della Politica ITALIANA ... TUTTI I POLITICI «PERDONO IL PELO MA NON IL VIZIO» !!!

lozaccheo

Mer, 27/06/2012 - 10:00

Davanti ad una tale notizia rimango davvero sbigottito......Non c'è alcun limite al peggio: altro che licenziamento per giusta causa...... Ma quanto deve durare questo schifo e questo marcio? Pure i soldi della beneficenza vanno persi....... VERGOGNA VERGOGNA VERGOGNA

Franco-a-Trier

Mer, 27/06/2012 - 10:24

Sicuramente li avra' rubati la Merkel non italiani"onesti"

pepperconarse

Mer, 27/06/2012 - 10:28

Profondo rispetto per i liguri e della loro tragedia ma questa e una amministrazione all acqua .............. di rose.Mandateli a zappare questi amministratori senza pane e senza acqua.

Ritratto di miladicodro

miladicodro

Mer, 27/06/2012 - 11:26

Come sempre si stanno " burlando "di qualche d'uno,ora tocca agli alluvionati.Per una rara volta che i politici di ogni formazione aveva messo mano al portafoglio per dipiù in Liguria,ora, ad una corretta richiesta d'incasso salta fuori che detti soldi sono stati usati per fare altri interventi. Roba da 41bis, poi, riflettendo,questo è il classico comportamento della nomenklatura,di cui burlando fa parte integrante da tempo immemore. Non è per caso che li abbiano usati per ripianare i debiti dei ds ? Sveglia burlando.

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Mer, 27/06/2012 - 11:27

Sembra già di sentire le giustificazioni di rito: "Non si può generalizzare", "No al populismo", "Stiamo attenti! La democrazia è in pericolo!".Un facocero ha sicuramente più sensibilità di questa banda di delinquenti irresponsabili e prezzolati. Pubblicare prego.

stefano.colussi

Mer, 27/06/2012 - 11:32

Che i Liguri stravedano per i soldi, va bene, ma che ripuliscano anche il cassetto dei soldi degli alluvionati Liguri...un segno dei tempi: la prossima volta voterò per la zia di Grillo...ma, ma, ma non è forse "ligure" o " meglio" genovese anche GRILLOOOOOOOOOOOOOOOO....stefano colussi, detto "aldo"

ZannaMax

Mer, 27/06/2012 - 11:39

ma in galera non possono mandarli? Se rubo io qualcosa, tempo zero ci vado... e loro che lo fanno alla luce del sole NO... ma che democrazia e leggi esistono in italia??? Per fortuna che me ne andrò via da qui!!! Si salvi chi può!!!

Cinghiale

Mer, 27/06/2012 - 12:00

Ecco spiegato perchè se voglio dare soldi, li do solo a persone che vanno in loco ad aiutare e mai per telefono o su conti correnti. In quasi tutti i paesi c'è una sezione della protezione civile che si mobilita in caso di necessità, io mi reco presso la sede del mio e do i soldi in mano a chi so che sta per partire e li userà nel modo giusto. E' brutto dirlo ma fidarsi di chi non si conosce è un grosso errore.

Ritratto di Uchianghier

Uchianghier

Mer, 27/06/2012 - 12:13

Avete votato il cetriolo Burlando adesso tenetevelo e non vi lamentate se vi brucia.

mario losi

Mer, 27/06/2012 - 12:32

E' sempre la solita storia ormai vista e rivista. Chiedono aiuti ai cittadini per aiuti impellenti ma i soldi raccolti non arrivano mai a destinazione. Dove finiscono questi soldi? Forse restano depositati nel conto di raccolta perchè qualcuno specula gli interessi? o forse qualcuno li ha già rubati? E l'autotassazione dei consiglieri liguri è cosa vera o solo annuncio? Se è cosa vera dove sono finiti questi denari? Se è solo annuncio o gioco dei bussolotti: ci tassiamo ma li riprendiamo sotto altra forma perchè non cacciamo questi individui che speculano sulle sofferenze della gente? Io chiuderei il consiglio regionale e manderei a casa tutti a calci in **** tanto in consiglio non ci sono mai come dimostra la foto dell'articolo ma i soldi se li cuccano eccome.

MASMAZ1960

Mer, 27/06/2012 - 12:43

Che la Liguria fosse governata da sempre da una banda di mentecatti usi solo a fare i propri interessi io, ligure della Liguria dimenticata (lo Spezzino, e provate a trovare una notizia sulla nostra zona nei GR o TG regionali !), lo sapevo da tanto. Ma che oltre a fottersi la mia quota di tasse nazionali e quella addizionale regionale (150 euro al mese per 9 mesi, totale 1350 euro in più per non avere alcun servizio), si fottessero pure i soldi donati dagli italiani non me lo aspettavo proprio. Questi mentecatti sinistri (guardare il significato sul dizionario non riferito alla mano opposta alla destra) non hanno mai avuto vergogna di mangiarsi la regione e continuano imperterriti. Grazie a tutti i liguri c..ni (io mai e poi mai) che continuano a votarli.

Ritratto di 02121940

02121940

Mer, 27/06/2012 - 12:52

Una cronaca allucinante di un sistema politico vergognoso. Non mi sento neppure di attaccare per la triste vicenda il P/te Burlando e la sinistra che "amministrano" (si fa per dire) la Liguria, dato che vicende del genere sono abituali sotto tute le bandiere, solo che quando la bandiera è rossa colpisce di più e forse per questo se ne parla di meno.

Random64

Mer, 27/06/2012 - 14:20

arrestateli tutti!!! ma quando?? forse che qualcosa degli sms è finita anche ai "controllori"??

Ritratto di scriba

scriba

Mer, 27/06/2012 - 14:43

QUESTI SONO I COMUNISTI. Nulla più sorprende quando a parlare sono le bocche rosse o Idv con la bava della patrimoniale eternamente colante. Sono dei maghi a far sparire i soldi degli altri, i generosi ingenui italiani dal cuore tenero, che donano un aiuto ai sinistrati che però finisce nelle tasche dei sinistrorsi. Quello che fa girare le balle è che sono gli stessi depredati a votare da oltre sessant' anni queste mani leste sinistre che li sbeffeggiano. Contenti loro contenti tutti i compagni bravi, onesti, puliti e democratici.

patrig.one

Mer, 27/06/2012 - 14:46

la colpa non è degli amministratori, ma della gente che li ha votati. da sempre in liguria comandano i KOMUNISTI, amministrano MALISSIMO ma la gente li continua a votare. liguri ve li meritate questi INCAPACI e teneteveli.

Ritratto di romy

romy

Mer, 27/06/2012 - 15:06

Di male in peggio a quanto vedo................ma non siamo nemmeno a metà della partita,vedrete che finale????????è matematica,gli ultrà sono la rovina in politica,perchè si schierano ma non tengono conto dei fatti,ne del male minore o dell'unico compromesso da prendere.Per tale motivo andremo in malora???????solo un miracolo.....e potrebbe esserci?????dipenderà da quanto si è disposti a sotterrare l'ascia di guerra dell'odio e pensare ai fatti e a chi meglio li propone.

ilbarzo

Mer, 27/06/2012 - 15:38

Non c'e' da meravigliarsi se i soldi della colletta fatta dai poliitici sono spariti.Sicuramente questi galantuomini,se li sono ripresi.Non vedo cosa ci sia di strano,da questa gentaglia c'e' da aspettarsi di tutto.

Ritratto di venividi

venividi

Mer, 27/06/2012 - 15:40

Giuro che non darò più un centesimo bucato per qualsiasi malore che succeda ai liguri i quali imperterriti continuano a votare questa gente.

Rigoletto

Mer, 27/06/2012 - 16:45

Il commissario straordinario Claudio Burlando sta cercando di farsi dare un congruo anticipo sul lavoro straordinario che dovrà svolgere per gli aiuti straordinari agli alluvionati: Un passo alla volta: per ora c'è la nomina del commissario straordinario, il resto vedrete che verrà! (forse?)

roliboni258

Mer, 27/06/2012 - 17:44

quanti Lusi che hanno questi komunisti,

Ritratto di 02121940

02121940

Mer, 27/06/2012 - 17:53

Vergognoso! Una cronaca allucinante di un sistema politico vergognoso. Non mi sento neppure di attaccare per la triste vicenda il P/te Burlando e la sinistra che "amministrano" (si fa per dire) la Liguria, dato che vicende del genere sono abituali sotto tute le bandiere, solo che quando la bandiera è rossa colpisce di più e forse per questo se ne parla di meno.

Ritratto di 02121940

02121940

Mer, 27/06/2012 - 18:07

Si tratta di quattrini generosamente offerti dai cittadini? Magari ci pagheranno anche le rate delle auto blu. Mai dare un copeco ai politici: il fatto conferma che sono intimamente disonesti. Chi non lo è è un'eccezione.

doris39

Mer, 27/06/2012 - 18:14

Ma che bravi! " i soldi non sono stati destinati ai cittadini. Si è preferito usarli per mettere in sicurezza un tratto del Fereggiano, che poi non è neanche una messa in sicurezza. Per quello ci vorrebbe ben altro». Non hanno nulla da invidiare all'Ucraina che ha dirottato soldi destinati all'ospedale per bambini malati di tumore, su Euro 2012.

Profe

Mer, 27/06/2012 - 18:44

Non c'è mai da dubitare che i soldi destinati alle popolazioni disastrate finiscano da un'altra parte, ossia in tasca dei politici! Ora si fa un gran parlare della raccolta dei soldi per i terremotati dell'Emilia-Romagna, ma vedrete che mentre tutti ci dicono come donarli, nessuno ci dirà come saranno distribuiti, quando e a chi!!! E i soldi dei rimborsi elettorali, ossia la rata di luglio promessa all'Emilia-Romagna? I partiti, con uno stratagemma macchiavellico se li intascheranno vergognosamente senza il minimo imbarazzo! Sono proprio SPUDORATI!!!!!!!!!!!!!!!

cyclamen

Mer, 27/06/2012 - 19:08

Ma ladri si nasce o lo si diventa quando si entra nei partiti?