Aon, il torneo che batte la crisi sotto rete

Settanta volontari dell'organizzazione, migliaia di spettatori, centinaia di riprese televisive, decine di giornalisti, quattro giorni di diretta in eurovisione per Genova e i campi di Valletta Cambiaso. Molti talenti internazionali e dell'Italia più bella, come i campioni del calibro di Fabio Fognini, Andreas Seppi e Tommy Robredo. Al Park Tennis ieri si è alzato il sipario sul decimo Memorial Giorgio Messina. Che si farà dal 2 al 9 settembre, nonostante l'assenza delle istituzioni locali e anche se a Torino il challenger dello stesso circuito Atp è stato appena cancellato dal calendario per mancanza di fondi. Imprenditori e appassionati sportivi genovesi, invece, non hanno sprecato, si sono rimboccati le maniche e sono stati bravi a volare sotto rete, schiacciare la crisi e con un match point hanno dimostrato come si può battere anche il dannoso immobilismo delle amministrazioni rosse di Comune e Regione.
«Speriamo che almeno quest'anno Tursi non ci mandi una schiera di vigili urbani - commenta ironica un'appassionata tennista - per multare le auto degli spettatori nell'area blu che ci hanno imposto in Albaro. Non vogliamo che il torneo sia considerato dal Comune soltanto come una ghiotta occasione per fare cassa».
Meno polemico e più pratico il presidente del Park tennis Mauro Iguera: «Aon ci ha rinnovato fiducia e ha scelto Genova per investire in pubblicità, così come hanno fatto altre importanti aziende che ci seguono da anni. Il montepremi è di 100mila dollari. Il costo dell'Open Challenger è di circa 400mila euro, interamente coperto dagli sponsor. L'impatto economico positivo e il ritorno d'immagine per la nostra città sono enormi. La Regione l'anno scorso ci aveva promesso un contributo di diecimila euro, poi giustamente destinati alle persone colpite dall'alluvione. Quest'anno forse ci sarà un contributo di cinquemila euro. Anche se il Comune non partecipa con un contributo economico, ringraziamo Palazzo Tursi per avere concesso il patrocinio alla manifestazione. Ci tengo a precisare che i ragazzi under 14 potranno assistere gratuitamente a tutti i match, giornate festive e finali incluse. L'ingresso sarà comunque gratuito, tranne venerdì e sabato a 5 euro e domenica a 10 euro con una speciale formula di abbonamento per le tre giornate conclusive a 15 euro».
La manifestazione sportiva s'inizierà domenica 2 settembre con le prime qualificazioni. Martedì 4 settembre cominceranno le prime fasi eliminatorie del challenger. Giovedì 6 nell'area del campo centrale, gli organizzatori offriranno al pubblico anche uno spettacolo serale con i comici genovesi di Zelig. Venerdì 7 si giocheranno i quarti, sabato 8 le semifinali e domenica 9 la finale. La biglietteria sarà aperta da domenica 2 alle ore 14 in fondo alla scalinata di via Federico Ricci (lato nord dello stadio di Valletta Cambiaso).
«Tutta la nostra famiglia e l'azienda - dice l'amministratore delegato della Ignazio Messina & C. Spa, Stefano Messina - appoggiano l'iniziativa che ogni anno i volontari e gli appassionati di tennis organizzano con grande serietà e professionalità. Auspichiamo una sempre maggior partecipazione da parte di tutta la città a questo evento, che ormai è diventato il fiore all'occhiello dello sport italiano».
«Il Memorial Giorgio Messina è al top nel ranking dei tornei challenger a livello internazionale - spiega il direttore del torneo Giorgio Tarantola - perché il Memorial di Genova è al secondo posto in Italia e al quinto a livello mondiale».
«Nonostante la situazione economica non favorevole - afferma il top manager del gruppo Aon Carlo Clavarino - siamo onorati di sponsorizzare l'evento anche per il 2012. Per Aon il torneo ha un valore che va al di là della semplice pubblicità. Il tennis aiuta a misurare e sfidare se stessi, concentrandosi sulla correttezza, l'onestà, l'intelligenza e la capacità personale per competere nella partita, così come dovrebbe essere nella vita quotidiana di ognuno».