Gli aquilotti s'arrendono alla capolista

La SpeziaGli aquilotti si arrendono alla capolista. Questa volta la remuntada non arriva com'era successo contro il Brescia due settimane fa. Il Sassuolo vince con un gol per tempo (2-0), espugna l'Alberto Picco e prosegue la sua fuga. Per lo Spezia è la seconda sconfitta consecutiva dopo quella di sette giorni fa ad Ascoli.
A decidere ci pensano Missiroli al 31' del primo tempo e Troianiello al 3' della ripresa. Due gol quasi fotocopia con la difesa dello Spezia immobile e superata con un paio di passaggi filtranti capaci di mettere l'attaccante di turno nella migliore posizione. Missiroli infatti segna con un preciso piattone dal limite. Un tiro con il contagiri che si infila in un buco della difesa aquilotta. Il gol scaturisce da un retropassaggio di Boakye che trova il compagno bello libero e pronto alla conclusione. Il raddoppio parte da Chibsah. Appostato al limite serve Troianiello pericolosamente libero in area piccola con tutto il tempo di mettere a sedere il portiere dello Spezia Russo.
Che non fosse giornata si è capito subito. Aquilotti troppo tirati nonostante il modulo 4-3-1-2 che finora ha dato sicurezze al tecnico Michele Serena. L'allenatore inserisce da subito gli esordienti assoluti Piccini e Lollo (20 e 22 anni) alla prima partita in B con lo Spezia. Per il resto i bianchi ritrovano Goian al rientro e di nuovo subito ammonito anche ieri. Sul fronte opposto Eusebio Di Francesco, allenatore del Sassuolo, parte a viso aperto con il suo tridente (4-3-3), formato da Troianello e Catellini laterali con Boakye al centro a smistare palloni con precisione e tempismo giusto capace anche di portare sempre via difensori favorendo l'innesto dei compagni. Da parte dello Spezia si vede poco. All'11'Antenucci viene fermato in fuorigioco mentre dieci minuti dopo i bianchi protestano per un atterramento di Piccini in area. Al 34' mischione e Longhi respinge quasi sulla linea un tap in di Sansovini. Ma per impensierire il Sassuolo ci vorrebbe di più e la bilancia pesa in favore degli ospiti emiliani. Nella ripresa arriva il colpo del ko e Serena tenta in extremis di giocarsi il tutto per tutto. Richiama Porcari, centrocampista e inserisce Okaka con lo Spezia che passa a tre punte, gli altri due sono Sansovini e Antenucci.
Lo Spezia appare votato al tutto per tutto e cerca di passare con le conclusioni da lontano. Le più pericolose sono quelle di Bovo all'11' che sfila a lato e di Lollo al 15' che costringe Pomini a una perentoria respinta. Anche Okaka si mette in luce e coglie il palo di testa al 21'. Ma a mettere le cose in chiaro ci pensa poi Boakye che al 18' per poco non fa tris facendo correre l'ennesimo brivido ai settemila spettatori del Picco tra paganti (2.926) e abbonati (4.113).