Al botteghino vincono gli Aristogatti vintage

Povero cinema. Se è costretto a ricorrere al passato per far quadrare i conti vuol dire che c'è qualcosa di distorto nelle logiche del settore. Nel fine settimana hanno, infatti, trovato posto, nei dieci più visti, un film del 1942 (To be or not to be) e uno del 1970 (Gli Aristogatti, addirittura settimo). E sì che i debutti non mancavano. Il problema, però, è l'offerta. Fatto salvo il solito blockbuster di turno (questa volta Una notte da leoni 3), il resto delle nuove uscite finisce, quasi subito, nel dimenticatoio della top ten. Qualcuno si è posto il problema? Perché fino ad oggi ci hanno detto che c'è la crisi e che, di conseguenza, uno taglia le spese superflue, come potrebbe essere un ingresso in sala. Però, poi, vai a scoprire che i cinefili di cui sopra sono disposti ad aprire il portafoglio pur di vedere una pellicola che ha superato i settant'anni. Quindi, non è che non ce la raccontano giusta? Che dietro gli effetti della congiuntura economica si vogliono nascondere limiti?
I più visti dal 27 maggio al 2 giugno
1) Una notte da leoni 3; 2) Fast & Furious 6; 3) La grande bellezza; 4) Il grande Gatsby; 5) Epic; 6) Solo Dio perdona; 7) Gli Aristogatti; 8) Tutti pazzi per Rose; 9) Iron Man 3; 10) To be or not to be.