Carignano, residenti infuriati: il Comune non frena il degrado

(...) vice Presidente del consiglio comunale di Genova che tornano a mettere il Comune spalle al muro sui problemi di degrado del quartiere.
Rosso e Balleari si sono fatti ancora una volta promotori di iniziative sia in Regione che in Comune relativamente alla situazione critica del quartiere. «Carignano è una zona residenziale del centro di Genova, un'area di grande pregio della nostra città. Il quartiere accoglie la Basilica di Santa Maria Assunta, una delle opere più note di Galeazzo Alessi, qui vi si trova l'unico hotel a 5 stelle della città ed è un'area fortemente popolata - dicono -. Purtroppo però dobbiamo quotidianamente raccogliere le segnalazioni dei cittadini residenti che lamentano gravi criticità. Per questo abbiamo anche contattato i due consiglieri del Pdl del Municipio I Centro Est, Elio Salterini e Tommaso Giaretti, e insieme stiamo portando avanti iniziative di denuncia proprio sul degrado di tuta la zona».
La battaglia va avanti sia in Regione sia in Comune. «Ho già scritto al presidente del Municipio Centro Est, dandogli anche la mia disponibilità, chiedendogli di promuovere un incontro pubblico con la cittadinanza per affrontare le questioni critiche della zona. Purtroppo, a quasi un anno di distanza, non ho ricevuto alcuna risposta - denuncia Rosso -. Gli scriverò nuovamente per segnalare la situazione e ribadendogli la necessità di un confronto aperto con i residenti che chiedono risposte e interventi».
Anche Balleari ha presentato l'ennesima interrogazione in Comune e chiede un intervento immediato da parte del Comune «che - dice - ha il dovere non solo di ripristinare una situazione di normalità, ma deve attivare anche una costante manutenzione dell'area che a tutt'oggi vede i propri residenti dimenticati e poco protetti dalle istituzioni».
«Il nostro impegno è quello di consentire ai cittadini di vivere serenamente il loro quartiere, assicurare che bambini ed anziani possano godere delle aree verdi presenti, muoversi tranquillamente senza aver il timore di venire scippati e aggrediti da balordi, per questo tutti insieme ci faremo promotori di una raccolta firme nel quartiere che poi consegneremo al Sindaco e al presidente di Municipio», concludono Rosso e Balleari che ribadiscono il loro forte impegno a difesa del quartiere.