A che servono i piccoli ospedali in città?

Per una volta, Claudio Burlando ha ragione.
Parlando di spending review (ottima idea pessimamente tradotta dal punto di vista linguistico con questa insana passione per l'inglese anche quando non è necessario), il presidente della Regione Liguria ha spiegato che «è possibile ridurre ancora le spese sulla sanità», ma che i tagli proposti dal governo «sono insostenibili e avranno come risultato l'aumento di Irap e Irpef.
Questa non è spending review, ma un cut (e ridagli, ma costa tanto dire «taglio»?, magari in dialetto genovese ndr), che non distingue fra regioni virtuose come la nostra e le altre».
Ecco, su quest'ultima parte del discorso, Burlando ha ragione.
Se una regione, come la Liguria, negli anni scorsi ha ridotto faticosamente i disavanzi sanitari - con un piano lacrime e sangue, fatto di tagli, ticket, cessione degli immobili sanitari gioielli di famiglia e addirittura di quelli di cui la titolarità regionale (...)