IL CONVEGNO

La formazione continua dei segretari comunali e provinciali, e, più in generale, dei quadri dirigenti della pubblica amministrazione per garantire ai cittadini un servizio efficiente e trasparente, ed eliminare i problemi di una burocrazia farraginosa: punta da sempre a questo obiettivo la Sspal Interregionale Piemonte Liguria, la Scuola superiore della pubblica amministrazione locale, unico istituto pubblico del settore, che ha presentato ieri, nei locali della Fondazione Carige, il piano formativo 2006 relativo a Province, Comuni e Autonomie locali. Nell’occasione, sono state illustrate le sinergie, create con l'Università di Genova, la Corte dei conti regionale e il Centro culturale europeo, mirate ad ampliare qualitativamente e quantitativamente il servizio formativo. «In questo ambito, fra l’altro - ha sottolineato Pierluigi Vinai, coordinatore della Scuola, che ha aperto i lavori del convegno - viene valorizzato il ruolo fondamentale del segretario comunale, figura di assoluta garanzia per il cittadino nei confronti del mondo della politica». All’incontro, in cui è stata data notizia dell’introduzione della formazione in lingua straniera in collaborazione col Centro culturale europeo «per migliorare la professionalità del dirigente-manager», hanno partecipato come relatori l’assessore regionale Giovanni Battista Pittaluga, il prefetto Giuseppe Romano, il presidente della Provincia Alessandro Repetto, il vicepresidente ligure dell’Associazione Comuni d’Italia Giuseppe Costa, e inoltre Roberto Bagnasco, Salvatore Greco, Alfonso Di Stefano, Gianluca Susta, Ettore Monzù, Giovanni Genco, Silvano Ferrando, Maria Antonietta Falchi e Jacques Barrère.